x

x

Dramma in mare, grottagliese muore annegato

Si tuffa in mare e muore. Secondo annegato della stagione estiva targata 2014.

Nella prima mattinata un uomo di 78 anni, Francesco C., è affogato a largo della spiaggia libera di Marina Piccola, nell’isola amministrativa tarantina tra Pulsano e Lizzano, esattamente tra le spiagge di Torre Ovo e Campomarino.

Forse un malore gli ha impedito di chiedere soccorso in tempo.

Il corpo galleggiante sbatteva contro gli scogli ed è stato avvistato da alcuni bagnanti che hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Una scena agghiacciante per centinaia di loro che hanno assistito all’inutile tenativo di soccorso.

Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri e i sanitari del 118. Ma per l’uomo non c’era ormai più nulla da fare.
Anche per la capitaneria di porto è stato difficile il recupero del corpo a causa delle condizioni del mare. Il vento di scirocco che soffiava stamattina ha impedito il soccorso con la motovedetta.

Gli uomini della guardia costiera sono dovuti intervenire da terra. Forse proprio le condizioni agitate del mare hanno impedito all’uomo di tornare a terra sano e salvo. Originario di Grottaglie era residente nel milanese. Era tornato nella sua terra per le vacanze.

Un’altro turista è deceduta meno di una settimana fa nelle acque tarantine. Sabato una donna è stata trovata a largo del lido “Le Canne” nella marina di Pulsano. Stava per fare l’ultimo bagno, prima di rincasare, quando il compagno non l’ha più vista e ha chiesto aiuto.

Quando i militari della capitaneria l’hanno rintracciata, non c’era più nulla da fare. Si chiamava Sabrina Longo, di 52 anni, leccese.
Oggi una nuova tragedia, sullo stesso versante del litorale ionico.