x

x

“L’ho ferito perchè esasperata da un rapporto burrascoso”

“Il nostro era un rapporto burrascoso. Ero esasperata perchè ero coperta da insulti. Abbiamo litigato per strada e durante una colluttazione l’ho colpito col coltello. Non volevo ferirlo”.

Drammatico il racconto fatto al giudice, stamattina in sede di interrogatorio, dalla 50enne Annarita Montervino fermata per il tentato omicidio del 65enne Cataldo Vitti. La donna, che è difesa dall’avvocato Massimiliano Scavo, ha raccontato al gip la sua tormentata storia con l’uomo che ha accoltellato durante un violento litigio. Il legale della Montervino al termine dell’interrogatorio ha chiesto al giudice la scarcerazione della sua assistita. Il ferimento, martedì mattina,  in via San Francesco.  L’intervento della polizia dopo una telefonata anonima giunta al 113.  Nel rione Tamburi sono piombati i soccorritori del 118 e i poliziotti della sezione “Falchi” della Squadra Mobile.

Per terra, sanguinante, Cataldo Vitti, che poco prima era stato ferito all’addome con una coltellata.

L’uomo è stato subito trasportato all’ospedale “Ss.Annunziata” e affidato alle cure dei medici del pronto soccorso. Gli agenti in borghese della Questura hanno avviato le indagini per identificare l’autore dell’aggressione   e nel giro di poco hanno fermato l’ex compagna della vittima, una cinquantenne, Annarita Montervino.

Alla donna è stato contestato il reato di tentato omicidio per aver  sferrato una coltellata all’ex convivente durante un violento litigio scoppiato per strada per motivi passionali. Il coltello da cucina usato dalla 50enne per ferire l’ex compagno è stato recuperato e posto sotto sequestro.