x

x

“Il Sindaco non ha competenza. Chiedermo di bloccare gli sbarchi”

“Chiederemo di bloccare gli sbarchi di immigrati al porto di Taranto”. La proposta del movimento Condemi approderà in Consiglio comunale, nel corso della seduta che si terrà lunedì.

Ad illustrare la proposta, questa mattina, sono stati l’avvocato Filippo Condemi ed il consigliere comunale Aldo Renna. “Il sindaco Stefàno ha deciso in piena autonomia di autorizzare lo sbarco di immigrati quando, in realtà, sull’argomento non ha alcuna competenza. Spetta al Consiglio – ha spiegato Condemi – decidere sull’argomento. Stefàno non può far spostare migliaia di extracomunitari facendoli arrivare a Taranto, perchè c’è “incompetenza istituzionale”. Per non parlare delle spese, ovviamente non previste, che sta sostenendo l’amministrazione comunale”.

Dal movimento Condemi pongono l’accento anche sulla gestione dell’emergenza e sull’aspetto relativo all’ospitalità. “La dignità di essere umano è uno dei valori fondamentali. Ci piacerebbe capire quale dignità stia dando il sindaco a queste persone, ricoverandole presso palestre e asili e facendoli dormire, in due o in tre, su materassi forse già usati. Perchè si consente a queste persone di venire a Taranto? Per alimentare l’industria dell’accattonaggio? – si domanda Condemi. Nessuno deve permettersi di dire che siamo razzisti a dire queste cose ma a Taranto non possiamo pensare di accogliere gente per farla stare distesa fuori dai supermercati a chiedere l’elemosina. Anche per questo motivo chiederemo in Consiglio chiarezza sull’atteggiamento assunto dal sindaco e, nel contempo, di bloccare gli sbarchi al porto”.

In conclusione c’è spazio per anche per l’Ilva. “Per Stefàno è stato chiesto il rinvio a giudizio e, nonostante questo, continua a prendere in giro i tarantini con delle ordinanze per “mettere a posto gli impianti”. Peccato che si ricordi solo ora dell’esistenza di quegli impianti. Piuttosto che sommergere ministri e assessori di lettere e letterine, farebbe bene a dimettersi”.