x

x

Un piano per aiutare i giovani disoccupati

Il Piano Nazionale Garanzia Giovani è stato approvato dal Governo italiano in attuazione della raccomandazione del Consiglio europeo che invita tutti gli Stati membri ad assicurare ai giovani disoccupati (15-29 anni) un’offerta qualitativamente valida di lavoro, di proseguimento degli studi, di apprendistato, di tirocinio od altra misura di formazione.

Lo stesso Piano attuativo prevede, infatti, che i giovani residenti in Italia – cittadini comunitari o stranieri extra Unione Europea, regolarmente soggiornanti – possano usufruire delle opportunità di orientamento, inserimento lavorativo, apprendistato, tirocinio, servizio civile, sostegno all’auto imprenditorialità, formazione mirata all’inserimento lavorativo e al reinserimento di giovani fuori dal sistema di istruzione e formazione, mobilità professionale in Italia o all’estero.

La Cisl Taranto Brindisi, al fine di assicurare un’azione di sostegno e di orientamento ai giovani interessati all’acquisizione di informazioni utili  e di  facilitare l’inserimento nel sistema informativo regionale pugliese, ha attivato due sportelli.

Per il primo, relativo all’area territoriale di Taranto, responsabile è Francesco Bari (martedì/giovedì  dalle ore 9 alle ore 12 – mercoledì/venerdì  dalle ore 16,30 alle ore 18,30 – Tel. 099. 4594735), Corso Umberto n. 185, Taranto, mentre per il secondo, relativo all’area territoriale di Brindisi, responsabile è Tommy Marrazzo (tutti i giorni  dalle ore 9 alle ore 13 –  Tel. 0831. 514744), via Palmiro Togliatti, n. 88, Brindisi.

“La Cisl a partire da tutti i territori si è impegnata a costruire una iniziativa forte sul Progetto Garanzia Giovani” spiega Daniela Fumarola, Segretario generale della Cisl Taranto Brindisi “per cui ci siamo attrezzati con primi due sportelli per fornire informazioni ai giovani che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in alcun percorso formativo. Auspichiamo che anche le Aziende di Taranto e di Brindisi contribuiscano  al raggiungimento degli obiettivi di Garanzia Giovani, potendo le stesse beneficiare di agevolazioni  offrendo opportunità formative e d’inserimento lavorativo”.