x

x

L’assassino dell’ingegnere resta in cella

Cosimo D'Aggiano resta in cella. 

Il gip del Tribunale di Taranto, Vilma Gilli, ha convalidato l'arresto del 45enne di Sava, accusato dell'omicidio a scopo di rapina dell'ingegnere elettronico Cataldo Pignatale, di 43 anni, compiuto la settimana scorsa nelle campagne di Faggiano.

Del resto l'uomo, subito dopo essere stato fermato dai carabinieri, aveva confesssato al Sostituto procuratore della Repubblica Remo Epifani di essere l'autore dell'efferato omicidio.

D'Aggiano era stato rintracciato al rientro nella sua abitazione. Il 45enne era stato già condannato a otto anni di carcere per il tentato omicidio di una prostituta nigeriana, avvenuto il 16 febbraio del 2009, ma da circa un anno era stato scarcerato con possibilità di recarsi al lavoro e con il solo obbligo di rimanere in casa dalle 22 alle 7.