«Pnrr, grande occasione di sviluppo del territorio ionico»

La pandemia iniziata a ridosso dei mesi di febbraio e marzo 2020 continua a manifestare la propria portata dannosa, in tutta la sua devastante presenza, con gravi effetti sul piano sanitario e su quello economico. Gli impatti sono stati evidenti anche nel territorio della Provincia di Taranto, il quale già da tempo era interessato da fenomeni di pericolo sul piano ambientale e sanitario e di crisi economica. La storia insegna tuttavia che ogni momento caratterizzato da una forte crisi può rappresentare un’opportunità di crescita per il futuro. Il 2021 è stato caratterizzato dall’adozione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il quale destina ingenti risorse economiche, pari a circa 191,5 miliardi di euro ad importanti interventi nell’ambito della transizione ecologica, della transizione digitale, della rigenerazione urbana, del potenziamento delle politiche attive del lavoro in favore di giovani e donne, turismo, infrastrutture, istruzione, ricerca e salute.

L’importante quantum di risorse derivanti dal Pnrr potranno giovare soprattutto ai territori del Mezzogiorno d’Italia ed in particolar modo all’area della Provincia di Taranto. Da lungo tempo scontiamo problemi connessi ad una massiccia presenza di fonti inquinanti sul territorio, con ricadute negative sul piano sanitario, economico e d’immagine del territorio. Un ruolo importante viene attribuito ai Comuni, i quali potranno farsi parte attiva in un percorso di rinnovamento, modellato sulle specifiche esigenze della comunità locale. Risulterà pertanto opportuno che i Comuni si dotino di idonei gruppi di lavoro e di studio, al fine di orientare l’azione dell’Ente Locale verso la massima adesione alle opportunità derivanti dai bandi e dagli avvisi destinati in favore delle comunità locali. Il territorio potrà infatti beneficiare delle ricadute positive derivanti da detti interventi, sia in chiave economica, che dal punto di vista legato all’innalzamento della qualità dei servizi erogati, migliorando la qualità della vita dei cittadini residenti sul territorio, frenando quel drammatico trend che vede numerosi giovani abbandonare i Comuni della Provincia di Taranto per cercare di realizzare le proprie ambizioni di vita e professionali in altre aree del nostro Paese. Il 2022 rappresenta un anno importante sotto questa prospettiva. Un anno che potrà vedere il territorio della Provincia di Taranto, della Puglia e del Mezzogiorno d’Italia impegnati in maniera sinergica in un percorso di rilancio economico, sociale ed ambientale dell’intero arco Jonico, raggiungendo la giusta dimensione europea che il nostro territorio finalmente merita.

Gianluca Mastromarino
Consigliere Comune di Statte
Consigliere Unione dei Comuni “Terra delle Gravine”

Porto e aeroporto di Taranto, «La logistica farà crescere la Puglia»

«La Puglia può crescere e favorire lo sviluppo socio economico dei pugliesi se gioca, come sta già facendo, due importanti partite: quella della green economy e quella della blue economy, strettamente legata al settore strategico della logistica». Lo ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo Alessandro Delli Noci. «La Puglia – ha aggiunto – conta 4 grandi […]

Coronavirus, in Puglia 2.407 contagi e 14 decessi. Ma i reparti si svuotano

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 17.522 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.407 casi positivi, così suddivisi: 830 in provincia di Bari, 169 nella provincia BAT, 189 in provincia di Brindisi, 311 in provincia di Foggia, 482 in provincia di Lecce, 394 in provincia di Taranto, 22 […]

Donna muore dopo tre interventi, dalla Asl Taranto risarcimento da oltre un milione

Dopo due gradi di giudizio, la famiglia di una donna di 77 anni, deceduta all’ospedale SS Annunziata ha ottenuto un risarcimento danni di un milione e 250mila euro. I familiari della vittima sono stati assistiti da Giesse Risarcimento Danni, che li ha accompagnati, con il contributo dei suoi legali fiduciari, lungo tutto il complesso iter […]

Accelerata all’innovazione dei servizi al cittadino

A distanza di due settimane dalla richiesta della Cisl Fp al Comune di Taranto, di valutare lo stato di digitalizzazione dei servizi offerti dall’Ente e di avviare il processo di transizione digitale con i fondi del Pnrr, sviluppato in totale coerenza con il NextGenerationEU, il segretario aziendale della Cisl Fp Fabio Ligonzo, apprende «con favore […]