x

x

“Stefàno presidente della Provincia? Cerchiamone un altro”

Stefàno candidato alla presidenza della Provincia? Per ora si tratta solo di una ipotesi. Ma la cosa fa già scatenare l’opposizione in consiglio comunale.

“Apprendo da una intervista rilasciata qualche giorno fa dal sindaco, l’intenzione e la quasi probabile candidatura del primo cittadino, Ippazio Stefàno, alla carica di presidente della Provincia di Taranto – scrive il consigliere Francesco Venere -. Le elezioni si terranno il 28 settembre e saranno chiamati al voto tutti i consiglieri comunali e sindaci di tutti e 29 i Comuni della provincia, si faranno delle liste e già da ora vi preannuncio che, da ciò che vedo quotidianamente, vi é una corsa sfrenata per un posto al sole. Ma una cosa che non comprendo, secondo quanto dichiarato da Stefàno, sono i motivi per i quali lancia la sua candidatura cioè che l’amministrazione paga i fornitori in breve tempo, la solita litania che stiamo per uscire dal dissesto, che Taranto merita rispetto perché rappresenta il 50 percento della popolazione della provincia jonica”.

Considerazioni dalle quali scaturisce un interrogativo: “Ma cosa vuoi fare della Provincia una volta che sarai (spero di no) presidente? – chiede Venere a Stefàno. Quali saranno i tuoi programmi? Farai come fai in Comune che, nella stragrande maggioranza dei casi, non vieni ai consigli comunali, oppure stai poco e scappi?”.

Quindi l’appello “a tutte le forze democratiche ed in particolar modo a tutti i dirigenti locali e provinciali del Pd e Sel (da estendere ai consiglieri comunali provinciali regionali ed ai deputati) di individuare al più presto un altro candidato presidente (Ancona, Alabrese, Pinto o altri) con ampia discussione all’interno perché molti consiglieri comunali della provincia avranno serie difficoltà a votare Stefàno ed il sottoscritto come consigliere di minoranza é uno di questi perché il tempo stringe ed il centrosinistra ha tutte le carte in regola per presentare un altro candidato competente e condiviso da tutti i componenti della coalizione. Affrettatevi non perdete tempo è inaccettabile che, a livello locale, nei corridoi si attacchi il primo cittadino e poi lo si sostenga. Il tempo stringe ma un candidato sostenuto anche da altri consiglieri comunali di minoranza si può trovare benissimo”.