x

x

Cassonetti vuoti e mobili in strada

Il cassonetto resta vuoto mentre la monnezza finisce in strada.

Capita anche questo a Taranto, città afflitta da tanti mali ma che ormai troppo spesso è costretta a fronteggiare una emergenza che arriva… dall’interno. Immigrati? Barboni? Accattoni? Nulla di tutto questo. Sono i tarantini, quasi sempre, a non rispettare le regole, salvo poi trovare giustificazioni fantascientifiche sulle ragioni del degrado. Come spiegare diversamente lo scempio che quotidianamente si materializza nei pressi dei cassonetti del centro cittadinio?

Ultimamente, infatti, sembra essere diventata pratica comune quella di ammonticchiare, a lato dei contenitori dei rifiuti, mobili d’epoca (ovviamente in cattivo stato di conservazione) quasi che i marciapiedi fossero diventati delle discariche a cielo aperto dove conferire ogni tipo di immondizia.

Con questi “chiari di luna” diventa praticamente impossibile parlare di raccolta differenziata, pattumelle e sacchetti di diverso colore per ogni tipologia di rifiuto.