x

x

Litoranea, raffica di denunce

Un arresto e raffica di denunce e multe nel bilancio dei controlli eseguiti, nella giornata di ieri, lungo la fascia costiera ad opera dei carabinieri. Numerose  le pattuglie impegnate con l’appoggio dall’alto di un elicottero.

E’ stata una domenica all’insegna della prevenzione e della sicurezza, la giornata di eri, lungo l’ampio tratto compreso tra la marina di Manduria, ai confini con la provincia di Lecce, e quella di Pulsano. I carabinieri della Compagnia di Manduria ed un velivolo del 6° Elinucleo di Bari, infatti, hanno effettuato numerosi controlli durante tutta la mattinata, con particolare attenzione verso le zone balneari e il conseguente flusso turistico che le ha interessate.

Le operazioni hanno riguardato persone destinatarie o sottoposte a provvedimenti restrittivi, gli illeciti in materia di sostanze stupefacenti e la circolazione stradale. I risultati sono stati decisamente positivi, con un  manduriano arrestato in esecuzione ad un ordine di carcerazione per reati contro il patrimonio e droga.

Non sono mancate neanche le denunce in stato di libertà, dodici in tutto, per evasione, furto, inosservanza provvedimenti dell’autorità giudiziaria, falsità materiale, violazione del foglio di via obbligatorio e guida senza patente. Tra queste, due persone segnalate per porto abusivo di arma impropria e una per coltivazione illegale di cannabis.  Segnalati alla Prefettura anche tre giovani per uso di sostanze stupefacenti.

Per la  circolazione stradale,sono stati controllati 86 veicoli e 104 persone. E’ stato infine sottoposto a sequestro un  automezzo ed è stata  ritirata una carta di circolazione.

Nella giornata di ieri anche la Polizia Locale ha eseguito controlli stradali lunga la litoranea nell’isola amministrativa  di Taranto. Numerose le multe ad automobilisti indisciplinati, soprattutto per divieto di sosta.

E i controlli non sono scattati solo per contrastare la guida pericolosa. Infatti da qualche giorno polizia municipale e guardia di finanza stanno eseguendo nel capoluogo jonico controlli nei confronti di commercianti abusivi.

Nel corso degli ultimi servizi sono state elevate multe per 11mila euro ed è stato posto sotto sequestro quasi un quintale tra cozze e frutta e verdura.