x

x

Doria, scatta la “missione” anti-pirati

Il caccia Andrea Doria della Marina Militare salperà domani alle 10 dalla stazione navale Mar Grande di Taranto per prendere parte all’operazione “Atalanta” per il contrasto alla pirateria.

La nave, riferisce una nota, si dirigerà a Gibuti dove il prossimo 6 agosto il contrammiraglio della marina tedesca, Jürgen zur Mühlen, cederà il comando dell’operazione al contrammiraglio della marina italiana, Guido Rando che si avvarrà di uno staff internazionale formato da 34 ufficiali e sottufficiali appartenenti a 12 differenti nazioni (Belgio, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Olanda, Portogallo, Romania, Serbia e Spagna).

Nave Doria, sotto il comando del capitano di vascello Gianfranco Annunziata, ha un equipaggio di 208 tra uomini e donne comprensivo dei team specialistici della Brigata Marina San Marco, del Gruppo Operativo Subacquei e della Sezione Elicotteri, che disporrà di un elicottero EH101. L’Italia assumerà per la terza volta il comando dell’operazione Atalanta da quando, nel dicembre 2008, fu approvata dal consiglio dell’Unione Europea per contrastare il fenomeno dilagante della pirateria marittima.

Oggi il comandante in capo della squadra navale, ammiraglio Filippo Maria Foffi, saluterà personalmente l’equipaggio di nave Doria, un momento di incontro per significare l’importanza della missione per l’Italia e per la Marina Militare attualmente presente nel Corno d’Africa conl caccia Mimbelli impegnata dallo scorso 6 febbraio nell’operazione Nato ‘Ocean Shield’ per il contrasto alla  pirateria.
A proposito di via-vai di navi, ricordiamo che il cacciatorpediniere della Marina militare “Durand de la Penne”  da giovedì 10 a lunedì 14 luglio è stato attraccato al porto Mediceo di Livorno per la prima tappa della campagna d'istruzione estiva degli allievi della 1/a Classe dell'Accademia Navale.

La “Durand de la Penne”, che quest'anno sostituisce la storica nave scuola Amerigo Vespucci, attualmente in cantiere per la periodica attività di manutenzione, farà tappa nei porti di Barcellona (18-22 luglio), Lisbona (28 luglio-01 agosto), Londra (08-13 agosto), Malaga (21-25 agosto), per poi fare rientro a Taranto il prossimo 30 agosto. Sono 91 allievi, tra cui 13 donne e 4 frequentatori stranieri (provenienti da Montenegro, Perù e Giordania) che lunedì, al termine dell'anno accademico, affronteranno la prima esperienza d'imbarco proprio sul cacciatorpediniere.