x

x

I Carabinieri del Nucleo Subacquei di Pescara collaborano al 1° corso “ArcheoPugliAbile”

I Carabinieri del Nucleo Subacquei di Pescara collaborano al 1° corso “ArcheoPugliAbile”

Un’associazione, un progetto, una nuova metodologia, per scoprire che il mare è molto più di quel che vediamo. È ciò che siamo stati, per esempio. E così anche l’Archeologia subacquea svela i suoi segreti ai subacquei non vedenti.

ASBI – Albatros-progetto Paolo Pinto-Scuba Blind International ha scelto la città di Taranto dal 19 al 23 gennaio 2022 per svolgere il 1° e unico corso “ArcheoPugliAbile”: il patrimonio sommerso alla sfida della valorizzazione e dell’accessibilità subacquea dei non vedenti. “ArcheoPugliAbile” è il primo corso del suo genere a livello mondiale, ha come obiettivo quello di fornire ai sub non vedenti le nozioni e le tecniche specifiche dell’archeologica subacquea al fine di poter svolgere future immersioni su percorsi, aree e parchi archeologici sommersi con adeguata formazione e preparazione, sia tecnica sia culturale. Questo nuovissimo corso pilota esportabile in altre aree e regioni italiane e mediterranee, è partito al timone della Regione Puglia, insieme con i partner Soprintendenza Nazionale per il Patrimonio Culturale Subacqueo, coadiuvati dall’Arma dei Carabinieri intervenuta con il Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Bari ed il Nucleo Carabinieri Subacquei di Pescara, UICI- Puglia associazione L’Anfora, la Jonian Dolphin Conservation.

Il corso sviluppa un modulo teorico e una parte pratica, i cui contenuti e modalità di svolgimento sono stati sviluppati in accordo fra la Soprintendenza Nazionale per il Patrimonio Culturale Subacqueo, gli istruttori e Guide di Albatros. Durante la parte pratica e di immersione, fondamentale è stato il supporto logistico, di assistenza e sicurezza, fornito dai Carabinieri Subacquei del Nucleo di Pescara, intervenuti con i loro mezzi nautici e con il supporto sanitario di un infermiere specializzato in fisiopatologia subacquea, a garantire per la sicurezza di tutti gli intervenuti.

ASBI – Albatros-progetto Paolo Pinto-Scuba Blind International da 17 anni si occupa di subacquea per non vedenti a livello internazionale e ha fatto della sostenibilità e fruibilità delle immersioni subacquee per tutte le forme di disabilità – specializzandosi in quella visiva – il proprio emblema, dopo aver messo a punto, perfezionato e continuamente aggiornato un metodo formativo unico nel suo genere, di enorme successo, basato in estrema sintesi sull’orientamento guidato delle facoltà di visione e memoria tattile dei sub non vedenti, in modo che possano apprendere a fare immersioni esplorative e perlustrative sotto il profilo naturalistico, ottenendo i più elevati standard di autonomia motoria e cognitiva possibili per loro, raggiungendo così la pariteticità con i sub normo-dotati e in maniera perfettamente integrata con questi. «Abbiamo lavorato scrupolosamente a questa iniziativa – hanno sottolineato Angela COSTANTINO PINTO, presidente dell’associazione ASBI, insieme a Manrico VOLPI, l’ideatore della didattica – e siamo felicissimi di vederla finalmente realizzata». Il  gran finale sarà sabato 22 gennaio 2022 alle ore 18:30 all’hotel Salina di Taranto, con la cerimonia di consegna dei brevetti, la proiezione del docu-video delle giornate di corso e, dulcis in fundo, il filmato del Campione del Mondo di nuoto di gran fondo Paolo Pinto (di cui l’associazione porta il nome, in memoria delle sue gesta), nonché alla presenza delle autorità di zona.