x

x

Nascondeva una pistola in casa, arrestato ventenne

La pistola sequestrata

Prosegue la stretta sulle armi, troppe, in circolazione a Taranto. Infatti, proprio nell’ambito del rafforzamento dei servizi tesi a contrastare la detenzione di armi clandestine, come disposto dalla Prefettura di Taranto, i militari della Compagnia Carabinieri di Taranto hanno arrestato un 20enne pregiudicato del luogo in quanto, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di una pistola cal. 6,35, munita di custodia, di un serbatoio monofilare e di una cartuccia, in origine di tipo “scenico” ma successivamente sapientemente modificata e perfettamente in grado di produrre un’azione da sparo. L’arma era nascosta nell’armadio della camera da letto.

Dopo le formalità di rito il ventenne è stato portato in carcere. Proprio dopo il grave episodio di sabato 22 gennaio, in cui sono rimasti feriti due poliziotti, è arrivata la risposta delle forze dell’ordine su disposizione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Erano stati gli agenti della sezione Falchi della Squadra Mobile ad intervenire nei pressi di un supermercato del centro dove è stato segnalato un giovanissimo in possesso di una pistola che, a più riprese, ha mostrato l’arma ad una persona che era lì presente. Giunti sul posto, i poliziotti hanno individuato il giovane, un diciassettenne già noto alle forze dell’ordine, che indossava gli abiti descritti nella segnalazione e hanno notato un atteggiamento insofferente del ragazzo per la presenza degli agenti. Considerata l’eventuale situazione di pericolo i Falchi hanno deciso di effettuare un controllo più approfondito.

La perquisizione personale ha così consentito di rinvenire nella tasca destra dei pantaloni del 17enne una pistola a salve modificata, priva del tappo rosso, calibro 8 e 45 proiettili a salve dello stesso calibro. Il ragazzo è stato accompagnato negli uffici della Questura per gli accertamenti di rito. Dopo aver trasmesso gli atti all’autorità giudiziaria per la convalida, il minore è stato dichiarato in arresto per porto abusivo di arma alterata e messo ai “domiciliari”.