x

x

Buonasera

Fa esplodere una bomba per farsi notare dai coetanei

AVETRANA – Ha fatto esplodere una bomba davanti al garage della Polizia locale.

Lo ha fatto per gioco, per dimostrare agli amici che ci sapeva fare con gli esplosivi. Una inquietante bravata che è costata cara ad un insospettabile 21enne che è stato denunciato dai carabinieri per aver fatto deflagrare un ordigno rudimentale, il 29 luglio scorso, nel centro di Avetrana.

II ragazzo deve rispondere di fabbricazione e detenzione illecita di materiale esplodente, danneggiamento ed esplosioni pericolose.

La segnalazione alla magistratura è scattata al termine di una accurata indagine eseguita attraverso servizi di appostamento e pedinamento nei confronti del giovane. L’attività investigativa è culminata con la perquisizione nell’abitazione del ventunenne che ha
permesso di rinvenire e sequestrare 100 artifizi pirotecnici del tipo “zeusmele” integri e 150 vuoti, il cui contenuto, costituito da polvere pirica, era stato presumibilmente utilizzato per fabbricare l’ordigno fatto esplodere la sera del 29 luglio scorso davanti alla porta metallica del locale adibito a ricovero degli automezzi del locale Comando di Polizia Municipale.

La deflagrazione ha danneggiato la lamiera e la soglia in marmo della porta del locale e ha mandato in frantumi il vetro del finestrino
posteriore di una macchina che era parcheggiata nelle vicinanze.

Le rapide indagini dei carabinieri hanno consentito di far luce su un episodio che ha turbato la serenità della comunità avetranese e
delle sue istituzioni, verso le quali si pensava fosse diretto l’atto intimidatorio.

I militari della Stazione di Avetrana hanno, invece, accertato che il gesto era riconducibile ad una bravata compiuta da un ragazzo per mettersi in evidenza rispetto ad altri coetanei.

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]