x

x

«Transizione digitale, l’esempio di Taranto»

Transizione digitale, l’esempio di Taranto

«Il tessuto economico di Taranto è spesso al centro di notizie negative, ma è costellato anche di realtà apprezzate in tutta Italia e all’estero». Questa la considerazione del consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio (Pd) che ieri mattina ha proseguito il giro di incontri nelle strutture produttive dell’area ionica vistando la sede di Oies srl dell’ingegner Roberto Orlando. «L’azienda opera in più campi – spiega il consigliere regionale – che hanno come filo conduttore l’innovazione. Le attività in ambito sanitario costituiscono il core business della società, ma non l’unico».

«Oies è attiva nel campo della sorveglianza sanitaria a distanza, tecnologia che in Puglia viene utilizzata su alcune ambulanze. Sviluppando questo segmento, sono stati messi a punto, in collaborazione con Siemens, una serie di strumenti per la medicina del lavoro digitale che consente di adempiere a distanza alla sorveglianza sanitaria sugli ambienti di lavoro. L’altro segmento che vede impegnata Oies srl riguarda i servizi di progettazione e la formazione professionale. Quest’ultimo, in particolare, si caratterizza per la progettazione di unità didattiche mirate con le quali si perfeziona e si personalizza il metodo di insegnamento». «Realtà come questa spingono su ricerca e innovazione – spiega Di Gregorio – e portano nel mondo il buon nome delle maestranze e della classe imprenditoriale italiana. Purtroppo nella provincia di Taranto e in Puglia ci sono tante criticità e tanti problemi da risolvere, ma è bello, ogni tanto, constatare che in certi casi la transizione digitale è già realtà».