x

x

Massimiliano finalmente a casa. E’ atterrato a Grottaglie

E’ partito alle sei (ora locale) da New Delhi, Massimiliano Latorre, il marò bloccato in india (insieme a Salvatore Ginore) dal febbraio 2012 a cui la Corte Suprema ha concesso il rientro a casa per quattro mesi.

E l'aereo di Stato che l'ha portato in Italia è atterrato all'aeroporto di Grottaglie qualche minuto prima delle 17.

Massimiliano Latorre osserverà un periodo di convalescenza dopo l’ischemia che lo ha colpito il 31 agosto scorso.

In tanti lo hanno atteso con ansia.

La notizia della sua partenza è giunta presto anche ai colleghi in servizio alla caserma Carlotto della brigata marina San Marco di Brindisi. Ma non c'è stata alcuna cerimonia ufficiale, anche in virtù del fatto che, al momento, la gestione amministrativa dei due fucilieri è passata all’ambasciata italiana in India.

Sono però moltissimi i militari che hanno già espresso la volontà di andare a trovare Latorre, anche solo per un saluto. Anche a Massimiliano sarà concessa la possibilità di tornare in caserma per incontrare i colleghi, ma senza cerimonie.

Intanto in casa Latorre sembrano trattenere l’emozione. “E’ una bella notizia”, si limitano a dire i familiari attraverso i social network.
“Il rientro a casa di Latorre – commenta invece il presidente della Camera, Laura Boldrini – è certamente una cosa positiva, ma servono tempi certi sulla definizione del caso. Si deve fare in modo che la vicenda dei marò si risolva al più presto”.