La staffetta della solidarietà dalla S. Pasquale passa all’Aci

Terminata alla San Pasquale la grande raccolta di generi di primaria importanza, la staffetta della solidarietà passa ora all’Automobil Club, che continuerà in questo impegno. L’annuncio è stato dato ieri mattina negli uffici di viale Magna Grecia dal vice presidente Giuseppe Lessa e dal Console onorario ucraino in Italia Lorenzo De Fronzo. Alla conferenza stampa hanno partecipato Giovanni Sebastio, altro vice presidente dell’Automobil Club, il presidente della Provincia Giovanni Gugliotti, il consigliere regionale Massimiliano Stellato, il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Taranto Antoniovito Altamura e Nicola Drittone, segretario organizzativo di Confintesa Ugs Medici.

“L’Automobil Club di Taranto ha deciso che continuerà questa raccolta di generi di prima necessità, pur approntata in tempi stretti, grazie anche alle sollecitazioni dell’amico Nicola Drittone.– ha esordito Giuseppe Lessa – Servono soprattutto medicine, attrezzature di primo soccorso, coperte ed alimenti a lunga conservazione, privilegiando, se possibile, quanto necessario per i bambini che più di ogni altro stanno soffrendo per questa terribile situazione. Come consiglio di amministrazione abbiamo già contribuito acquistando beni per l’equivalente di 15mila euro. Cercheremo di coinvolgere tutte le organizzazioni cittadini e della provincia, pubbliche e private, affinchè questa iniziativa possa essere quanto più proficua possibile”.

I generi di prima necessità potranno essere consegnati negli uffici a piano terra di viale Magna Grecia 108/A tutti i giorni dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 17 alle 18 (il sabato solo dalle ore 9 a mezzogiorno), dove la parrocchia di San Pasquale ha già inviato la merce che non è riuscita a caricare sui camion diretti ai centri di smistamento, riempiendo quasi metà garage. “Cercheremo di essere veloci quanto più possibile nell’invio in Ucraina di quanto man mano ci verrà donato – ha continuato l’esponente dell’Automobil Club – La raccolta terminerà quando finirà la guerra: se dobbiamo aiutare, bisogna farlo fino in fondo e per questo, ripeto, chiediamo l’aiuto di tutti” Dopo aver ringraziato quanti si stanno impegnando per aiutare quella popolazione così provata dalla guerra, il Console onorario ucraino in Italia, Lorenzo De Fronzo ha riferito che i generi di prima necessità transiteranno fino al confine dell’Ucraina con la Polonia, cercando poi di raggiungerla la città di Leopoli, che per il momento non sembra sia stata interessata dall’invasione.” I russi, però, – ha sottolineato – stanno facendo passare solo i pullman con le persone e ostacolano i carichi di merce con il pretesto che possano celare armi ed esplosivi , cosicchè tutto per ora resta fermo. Tocca quindi alla Farnesina sbloccare la situazione”.

“Ringrazio Giuseppe Lessa per questo generoso impegno da parte dell’Automobil Club-– ha detto De Fronzo – e per la massiccia risposta di solidarietà da parte dei tarantini e dei residenti nella provincia. Per tutto ciò ringraziano gli ucraini residenti nella nostra regione, molti dei quali, giovani e meno giovani, hanno lasciato anche le famiglie per andare a combattere in Patria”. Il presidente della Provincia Giovanni Gugliotti, dal canto suo, ha riferito della sua opera di coordinamento con tutti i sindaci del territorio che, facendo rete fra loro, si sono già organizzati nella raccolta di beni di prima necessità, mantenendo sempre il contatto con la Caritas per azioni mirate, evitando così di disperdere preziose energie. “Vale la pena impegnarsi fino in fondo – ha concluso – soprattutto quando sono in ballo le vite dei bambini”. Il consigliere regionale Massimiliano Stellato ha parlato della presenza degli ucraini in Puglia che, pur amalgamandosi con la nostra gente, si sono sempre mostrati gelosi custodi delle proprie usanze e tradizioni. Informando dell’impegno dell’assessore ai servizi sociali Rosa Barone per l’aiuto per quelle popolazioni, ha anche lui auspicato un corridoio umanitario per far pervenire gli aiuti in Ucraina, per la realizzazione sarà necessario il massimo impegno della diplomazia internazionale. Dopo i commossi ringraziamenti della lavoratrice ucraina Victoria Novak, da anni residente a Taranto, che ha parlato delle grandi sofferenze dei bambini della sua nazione, privati dei loro giochi e che non possono gioire per l’arrivo della primavera, è intervenuto Antoniovito Altamura, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Taranto, il quale ha annunciato che discuterà in consiglio su come attivare un’azione di solidarietà.

“Durante la pandemia pensavamo di vivere una situazione simile alla guerra (così come ci hanno raccontato i nostri nonni) con la paura della morte, il coprifuoco, le file davanti ai negozi alimentari ecc. Ma quello che stiamo vivendo è tutt’altra cosa e ci atterrisce. Speriamo che finisca presto!”

Angelo Diofano

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]