L’ecoavvocato per la città sostenibile

Nasce a Taranto un’innovativa figura professionale: l’Ecoavvocato per la Città sostenibile! È l’obiettivo del Corso di Formazione di Alta Specializzazione “Il ruolo dell’Avvocato nell’ambito delle politiche di sviluppo sostenibile verso gli obiettivi dell’Agenda 2030”, organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Taranto con il contributo di Cassa Forense mediante l’Avviso nr. 14/2019 “Bando per l’assegnazione di contributi per progetti di sviluppo economico dell’Avvocatura”. Non un tradizionale avvocato specializzato nel diritto ambientale, quella branca del Diritto che si occupa della tutela e salvaguardia dell’ambiente, ma un professionista in grado di affrontare problematiche di carattere etico, politico, sociale, economico e trattare le tematiche dello sviluppo sostenibile, sia in chiave strettamente giuridica che di approfondimento culturale e professionale quale strumento per poter affacciarsi e orientarsi agevolmente alle moderne sfide legate oramai indissolubilmente al tema ambientale e di sviluppo sostenibile.

La prima edizione dell’innovativo percorso formativo è stata presentata, presso l’Aula “Miro” nel Tribunale di Taranto, da Antoniovito Altamura, Presidente Ordine Avvocati Taranto, Donato Salinari, Delegato Taranto Cassa Forense, Laura Di Santo, Responsabile e Direttore tecnico-organizzativo-amministrativo del Corso, e Francesca Fischetti, Tutor del Corso. Sono intervenuti Erminia Irianni, delegata da Vincenzo Cardellicchio, Commissario prefettizio Comune di Taranto, Giovanni Gugliotti, Presidente Provincia Taranto, Gianfranco Chiarelli, Commissario straordinario Camera di Commercio di Taranto, Giovanni Patronelli, Presidente Ordine Ingegneri Taranto, e Stefano Vinci, Coordinatore dei Corsi di studio magistrale in Giurisprudenza, ovvero, come si sarebbe detto un tempo, il Preside della Facoltà di Giurisprudenza, Rinaldo Melucci, delegato dal Presidente Michele Emiliano del quale è consigliere per il coordinamento dei grandi progetti connessi alla transizione economica, ecologica ed energetica di Taranto; presente Francesco Tacente, anch’egli Tutor del Corso.

La figura professionale dell’Ecoavvocato per la Città sostenibile è rispondente alla “vision” futura dell’Agenda 2030 dell’Onu, più in particolare dall’Articolo 11 che esorta le Istituzioni a “rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili”, in cui le persone possano migliorare la loro condizione sociale ed economica, senza che vengano danneggiati il territorio e le risorse. Su questo Articolo è stato ideato e strutturato il Corso che, infatti, intende formare operatori del Diritto che sappiano adattarsi alle sfide del momento e che potranno inserirsi, con competenza e professionalità, in funzioni di consulenza e di amministrazione in aziende, pubbliche e private, italiane ed europee. Operatori che potranno accedere alle pubbliche amministrazioni, anche in forme di collaborazione secondo i vigenti strumenti normativi, e che potranno essere chiamati a decidere direttamente sui temi dello sviluppo sostenibile e sulle politiche attive, di soggetti pubblici e privati, che si stanno sviluppando.

All’innovativo corso, le cui lezioni con i massimi esperti italiani si svilupperanno fino al prossimo 4 maggio, si sono iscritti circa 70 Avvocati del Foro di Taranto: i costi relativi ai primi 50 sono sostenuti da Cassa Forense mediante l’Avviso nr. 14/2019 cui ha partecipato vincendo l’Ordine degli Avvocati di Taranto, mentre la partecipazione degli altri sono sostenuti direttamente dall’Ordine per permettere anche a questi suoi iscritti di cogliere questa importante opportunità formativa. Al termine del corso tutti i partecipanti frequenteranno uno stage di 20 ore presso il Comune di Taranto. Il corso è patrocinato da Comune di Taranto, Provincia di Taranto, Dipartimento Jonico in Sistemi Giuridici ed Economici dell’Università di Bari “Aldo Moro”, Camera di Commercio di Taranto, Confindustria Taranto, Ordine degli Ingegneri di Taranto e Gruppo Sole24Ore, e si avvale della collaborazione del gruppo editoriale AmbienteDiritto.

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]