Aveva cambiato nome e cognome, ma non basta. Ricercato finisce in trappola

Aveva cambiato nome e cognome per sfuggire all’arresto ma i carabinieri della locale Stazione, lo hanno identificato ugualmente assicurandolo alla giustizia.

Nelle rete è finito Felix Theisen, 41enne originario della Germania, con precedenti penali, in quanto colpito da mandato di arresto internazionale.

L’uomo, cittadino italiano in possesso di una regolare carta d’identità, aveva vissuto per molti anni in Germania ed al suo rientro in Italia aveva pensato  di cambiare anche il suo cognome originario in Locantore.

Questo cambio gli aveva permesso di sfuggire alle varie ricerche che le forze dell’ordine avevano effettuato per  rintracciarlo ma la caparbietà dei militari dell’Arma  ha permesso di  identificarlo compiutamente e quindi di accertare  che  era stato  colpito da una condanna emessa da un Tribunale tedesco per reati finanziari commessi sempre in quel Paese nel 2005.

Sul suo conto pendeva infatti, un mandato di arresto provvisorio per  espiare una pena di cinque anni di reclusione.

Dell’avvenuto arresto, così come previsto, è stata data comunicazione sia al Presidente della Corte d’Appello di Lecce, sia al Ministero della Giustizia, che procederanno, nei prossimi giorni, alla successiva comunicazione alla Germania e alla trasmissione della relativa documentazione sull’arresto del quarantunenne ricercato dalle autorità tedesche.

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]

Cosa succederebbe se chiudesse l’ex Ilva

È in corso un dibattito caloroso (Taranto Buonasera del 20/5 parla giustamente di “lite”) sulla situazione reale dell’ex Ilva tra vari soggetti di interessi pubblici (partiti, sindacati, ecc.) ma le preoccupazioni ed il pensiero della popolazione, quella senza posizioni di parte, risultano assenti. Molle tarentum? Forse, ma è doveroso intervenire almeno per dire ciò che […]