Donne picchiate dai conviventi, arrestati i due conviventi da Polizia e Carabinieri

Donne maltrattate: due arresti in distinti interventi di Polizia e Carabinieri. Il primo episosio nel rione Tamburi. Gli agenti della Sezione Volanti sono intervenuti nella serata di giovedì all’interno del parcheggio di un supermercato in via Basta dopo che alla centrale operativa della Questura era giunta una segnalazione. “Correte un uomo sta picchiando violentemente una donna”. I poliziotti sono piombati nel parcheggio del supermercato. Alla vista degli agenti un quarantenne, nonostante fosse intervenuta anche la guardia giurata in servizio presso l’esercizio commerciale per impedirgli di continuare a malmenare la compagna, si è scagliato con calci e pugni contro i poliziotti Gli agenti sono riusciti con non poche difficoltà a riportare alla calma l’esagitato, facendolo salire a bordo dell’auto di servizio.

La donna, molto scossa e con evidenti ecchimosi sul volto, ha riferito che non era la prima volta che subiva la violenza dal compagno e che poco prima, dopo l’ennesima aggressione, nel tentativo di togliere le chiavi dal quadro dell’autovettura per impedire all’uomo di allontanarsi, era stata trascinata da quest’ultimo per diversi metri sull’asfalto ferendosi al volto, al gomito e alle ginocchia. L’uomo è stato condotto presso gli uffici della Questura per i rilievi del caso e, trasmessi gli atti all’autorità giudiziaria per la convalida, è stato dichiarato arresto per maltrattamenti in famiglia e trasferito presso la casa circondariale di Taranto. Il secondo episodio dopo qualche ora.

I carabinieri della Stazione di Taranto San Cataldo hanno arrestato, in flagranza di reato, per maltrattamenti in famiglia, un quarantottenne tarantino già noto alle forze dell’ordine. I militari sono interventi a seguito di un litigio in famiglia. Era stata segnalata una violenta aggressione compiuta ai danni di una ventottenne. Appena sono intervenuti sul posto i militari hanno constatato il comportamento aggressivo e violento dell’uomo, il quale nel corso di un litigio, era passato alle vie di fatto, aggredendo la convivente. La malcapitata è stata accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale SS. Annunziata per le cure del caso dove le sono state riscontrate lesioni al capo e al costato giudicate guaribili in 15 giorni. Le indagini svolte dai carabinieri della Stazione Taranto San Cataldo hanno consentito di ricostruire l’accaduto, accertando che la vittima, che presentava evidenti lesioni, era da tempo vittima di ripetute violenze e di vessazioni. L’uomo al termine degli accertamenti, è stato dichiarato in arresto e sottoposto ai “domiciliari” presso l’abitazione di un familiare così come disposto dal pubblico ministero. In poche ore aggressioni contro due donne da parte dei rispettivi compagni. Un fenomeno che continua a destare grande allarme.

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]