Sequestro record di bianchetto

Ennesimo colpo d alla pesca di frodo: sequestrati record di bianchetto. Nel tardo pomeriggio di lunedì hanno proceduto al sequestro di circa sette quintali di novellame di sarda. L’attività rientra nei controlli eseguiti per prevenire e reprimere la cattura, la detenzione e la commercializzazione di tutte le specie ittiche sottoposte a tutela o vietate.

E’ inoltre frutto di un costante coordinamento con il 6° Centro di Controllo Area Pesca della Direzione marittima di Bari ed il Centro di Controllo Nazionale Pesca del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. Quello di lunedì è uno dei più grossi sequestri di “bianchetto” tra i tanti messi a segno negli ultimi tempi dai militari del Comando jonico. Le norme in materia, che legano la sanzione al quantitativo di pescato, prevedono una sanzione amministrativa pecuniaria di ben 25.000 euro. Il carico di bianchetto era verosimilmente diretto al mercato illegale luca no e calabrese, sulle cui piazze avrebbe fruttato un ingente profitto: circa 11.000 euro. “Il novellame di sarda, di cui sono vietate la pesca, la commercializzazione e la detenzione, in quanto incidenti in maniera devastante sugli stock di una specie la cui tutela dal sovrasfruttamento è fondamentale per gli equilibri dell’intero ecosistema marino – si legge in un comunicato stampa della Capitaneria di porto- è stato rinvenuto a bordo di un monovolume fermato nella Città Vecchia. I militari della Guardia costiera di Taranto, insospettiti da insoliti movimenti in prossimità dell’area in cui ormeggiano i pescherecci, hanno proceduto a fermare e a ispezionare il mezzo.

Sino a che non cesserà definitivamente la domanda di questo prodotto, la connessa attività illecita di cattura e commercializzazione continuerà e, per questo motivo, anche i consumatori devono essere pienamente consapevoli del ruolo che, seppure indirettamente, essi stessi hanno nell’ambito di un fenomeno illecito che determina per la salute del mare un danno tutt’altro che trascurabile.- prosegue la nota- l’appello è ancora una volta quello di rinunciare una volta per tutte ad alcune “pseudo tradizioni” gastronomiche che finiscono per infliggere alla consistenza degli stock ittici danni assai rilevanti e che alla luce delle vigenti disposizioni non possono che definirsi un pesante danno all’ecosistema marino”. Temi, quelli del rispetto dell’ambiente marino e delle sue risorse, non a caso, ribaditi anche nell’ambito delle diverse manifestazioni che durante questa settimana stanno facendo da cornice a quella che sarà la “Giornata del mare”, prevista l’11 di aprile: un importantissimo quanto fondamentale momento di riflessione e condivisione della cultura e del rispetto del mare, nonché dei valori della legalità a sua tutela, rivolto agli studenti di ogni ordine e grado e organizzato dalla Capitaneria di porto in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale di Taranto, sotto l’egida della Direzione Marittima di Bari.

Maxi truffa ad un centenario, 8 arresti

Avrebbero raggirato un anziano ultracentenario incassando l’assicurazione sulla vita. In otto sono stati arrestati (uno in carcere e sette ai domiciliari) dalla Guardia di Finanza. Sotto sequestro beni per 650mila euro. Sono state le Fiamme Gialle della Compagnia di Martina Franca a notificare i provvedimenti restrittivi agli otto indagati ritenuti responsabili di truffa ai danni […]

Studenti protagonisti della “Matrioska” del volontariato

Dare l’opportunità a ragazzi e ragazze di raccontarsi, di stare insieme, di socializzare, di esprimere la loro straordinaria voglia di costruire esperienze formative importanti! Ma farlo finalmente “in presenza”, magari nella natura, uscendo dallo schermo dei monitor, come hanno dovuto fare per troppo tempo per la pandemia, ed entrando in relazione in modo non virtuale, […]

“Con i soci Coop” l’iniziativa per sostenere il Terzo Settore

Dal 21 maggio Coop Alleanza 3.0 lancia “Con i soci Coop”, iniziativa finalizzata a sostenere le istituzioni e gli enti del Terzo Settore dei territori in cui opera la Cooperativa. «L’inflazione che ha ripreso a crescere, la crisi energetica, le conseguenze macroeconomiche del conflitto Ucraina-Russia, gli effetti ancora tangibili della pandemia da Covid-19 si ripercuotono […]

Coronavirus, in Puglia 1.561 nuovi contagi e 11 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.415 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.561 casi positivi, così suddivisi: 534 in provincia di Bari, 79 nella provincia BAT, 114 in provincia di Brindisi, 204 in provincia di Foggia, 336 in provincia di Lecce, 263 in provincia di Taranto, 24 […]