Domenica delle Palme, in attesa delle “gare”

Con la Domenica delle Palme si entra finalmente nella Settimana Santa. Come consuetudine, davanti alle chiese si allestiranno le bancarelle per la vendita di palme e ramoscelli d’ulivo, che saranno benedetti nelle sante messe. L’attesa nella giornata sarà grande (acuita dalla lunga pausa per la pandemia) per l’appuntamento serale con le assemblee straordinarie delle confraternite per l’assegnazione del pellegrinaggio e dei simboli delle due processioni: le cosiddette “gare”.

Per partecipare ai Riti i confratelli hanno sopportato, in una sorta di lunga Quaresima, sacrifici di ogni tipo, rinunciando per esempio all’uscita in pizzeria o all’ambito capo di abbigliamento. Il tutto, ben sapendo che quanto raccolto dai sodalizi, detratte le spese per l’organizzazione, sarà devoluto, secondo l’auspicio dell’arcivescovo, anche a scopi di solidarietà. Vista la crisi in atto, è difficile fare previsioni su come si svilupperà l’assegnazione. Molti al termine non lesineranno critiche su questo momento della tradizione, con le solite accuse di esibizionismo, fanatismo o quant’altro. Ma, almeno, chi ha il dono della fede non dimentichi che Dio solo può sapere cosa c’è nel cuore dell’uomo!

LA BENEDIZIONE DELLE PALME
Alle ore 9.30 in Episcopio l’arcivescovo mons. Filippo Santoro benedirà palme e ramoscelli d’ulivo portati dai fedeli e dalle rappresentanze delle confraternite in abito di rito della Città vecchia, che successivamente raggiungeranno le loro chiese per la santa messa. Al Borgo alle ore 9.45 le comunità parrocchiali del Carmine e del SS.Crocifisso si ritroveranno insieme in piazza Immacolata per la commemorazione dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme, recandosi poi in corteo alle rispettive chiese per la celebrazione eucaristica. Alle ore 11.30 l’arcivescovo celebrerà la santa messa solenne in Concattedrale.

L’ORCHESTRA DI FIATI “SANTA CECILIA” IN VIA D’AQUINO
Come avviene da diversi anni per le vie del Borgo la Domenica delle Palme, le più belle musiche della nostra Settimana santa saranno eseguite dall’orchestra di fiati Santa Cecilia di Taranto, diretta dal maestro Giuseppe Gregucci. L’appuntamento è alle ore 11 in piazza Maria Immacolata per il primo brano e, dopo il defilamento su via D’Aquino, si giungerà in piazza della Vittoria dove il maestro Giuseppe Gregucci dirigerà la sua orchestra nelle varie esecuzioni. L’evento, inserito negli appuntamenti programmati in convenzione con l’Amministrazione Comunale, apre ufficialmente la Settimana Santa a Taranto e richiama molti appassionati anche da fuori provincia e in particolar modo i confratelli dell’Addolorata e del Carmine, protagonisti delle processioni del Giovedì e Venerdì Santo.

LE ASSEMBLEE STRAORDINARIE DELLE CONFRATERNITE
In serata appuntamento con le “gare”, come popolarmente vengo no definite le assemblee straordinarie delle confraternite per l’assegnazione dei simboli delle processioni e del pellegrinaggio del Giovedì Santo. I confratelli dell’Addolorata si ritroveranno alle ore 18.30 nella chiesa di San Domenico Maggiore mentre per quelli del Carmine l’appuntamento sarà alle ore 20.30, per la prima volta in concattedrale. Sarà possibile accedervi solo con mascherina Ffp2 e mostrando all’ingresso green pass e il libretto della confraternita. E solo alle prime ore di Lunedì Santo sarà possibile ottenere il quadro completo dei partecipanti alla Settimana Santa 2022, quella del post-pandemia.

I LUOGHI E I RITI DELLA SETTIMANA SANTA
In Città vecchia continuano le visite alla collettiva di pittura, scultura e fotografia “I luoghi e i Riti della Settimana Santa” nell’ex chiesetta della Madonna della Scala in via Duomo 178; la mostra resterà aperta ogni sera dalle ore 17.30 alle 19.30 e la domenica dalle ore 10 alle 12. Sempre nell’ex chiesetta, questa sera, sabato, alle ore 18, avrà luogo la 43.ma edizione di “Pasche a Tarde vecchie” con poesie e racconti sulla tradizione, presentata dal prof. Antonio Fornaro Nello studio d’arte di Nicola Giudetti, sempre in via Duomo, ogni giorno sarà possibile visitare il grande allestimento delle due processioni.

MYSTERIUM FESTIVAL
Per Mysterium Festival, due gli spettacolo domenicali. In mattinata al Museo Archeologico nazionale, alle ore 11.45, avrà luogo “Nothern Lights”, concerto del L.A. Chorus diretto dal maestro Alessandro Fortunato. In serata, al Teatro comunale Fusco, alle ore 20 il cantante Simone Cristicchi sarà il protagonista de “Dal Paradiso alle tenebre”, accompagnato dall’Orchestra della magna Grecia diretta dal maestro Walter Sivillotti. Autore delle canzoni in programma, in questa opera Cristicchi affronta il poema dantesco con il suo originale, poetico punto di vista, firmando i testi in collaborazione con Manfredi Rutelli e le musiche originali con Sivilotti. Ingresso: 15euro platea, 10euro galleria (green pass e mascherina Ffp2 obbligatori). Lunedì 11 aprile, due matinée, spettacoli riservati alle scuole (già “sold out”): alle 9.00 e alle 11.00.

Angelo Diofano

Maxi truffa ad un centenario, 8 arresti

Avrebbero raggirato un anziano ultracentenario incassando l’assicurazione sulla vita. In otto sono stati arrestati (uno in carcere e sette ai domiciliari) dalla Guardia di Finanza. Sotto sequestro beni per 650mila euro. Sono state le Fiamme Gialle della Compagnia di Martina Franca a notificare i provvedimenti restrittivi agli otto indagati ritenuti responsabili di truffa ai danni […]

Studenti protagonisti della “Matrioska” del volontariato

Dare l’opportunità a ragazzi e ragazze di raccontarsi, di stare insieme, di socializzare, di esprimere la loro straordinaria voglia di costruire esperienze formative importanti! Ma farlo finalmente “in presenza”, magari nella natura, uscendo dallo schermo dei monitor, come hanno dovuto fare per troppo tempo per la pandemia, ed entrando in relazione in modo non virtuale, […]

“Con i soci Coop” l’iniziativa per sostenere il Terzo Settore

Dal 21 maggio Coop Alleanza 3.0 lancia “Con i soci Coop”, iniziativa finalizzata a sostenere le istituzioni e gli enti del Terzo Settore dei territori in cui opera la Cooperativa. «L’inflazione che ha ripreso a crescere, la crisi energetica, le conseguenze macroeconomiche del conflitto Ucraina-Russia, gli effetti ancora tangibili della pandemia da Covid-19 si ripercuotono […]

Coronavirus, in Puglia 1.561 nuovi contagi e 11 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.415 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.561 casi positivi, così suddivisi: 534 in provincia di Bari, 79 nella provincia BAT, 114 in provincia di Brindisi, 204 in provincia di Foggia, 336 in provincia di Lecce, 263 in provincia di Taranto, 24 […]