x

x

Coca e pistola, presa una coppia di insospettabili nel Borgo

Una coppia di insospettabili nascondeva droga in casa.

E nel blitz scattato in un appartamento del centro cittadino sono spuntati anche una pistola giocattolo e un cappello di lana che può essere usato come passamontagna. In azione i carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taranto i quali hanno arrestato, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente, una coppia di tarantini incensurati, il trentatreenne  Vito Lopriore  e la trentaquattrenne Stefania Vinzi.

I militari diretti dal capitano Carmine Mungiello e dal tenente Pietro Laghezza hanno pianificato l’operazione dopo aver avuto il fondato motivo di ritenere che all’interno di un appartamento situato in un palazzo del Borgo fosse nascosta della droga.

Durante una perquisizione domiciliare, infatti, i carabinieri del comando provinciale hanno rinvenuto due buste in cellophane contenenti 300 grammi di cocaina purissima che la coppia aveva occultato nell’armadio della camera da letto. Sempre nella stessa stanza, all’interno di un cassetto, avvolta in un cappello di lana del tipo passamontagna, hanno trovato anche una pistola a salve, priva del tappo rosso.

La cocaina e l’arma sono state sequestrate mentre i due incensurati tarantini, sono stati dichiarati in arresto per detenzione ai fini spaccio di droga e, dopo  le formalità di rito, sono stati riaccompagnati presso la loro abitazione dove dovranno rimanere agli arresti domiciliari. Ora gli investigatori della Compagnia di Taranto stanno lavorando per scoprire i canali di approvvigionamento e di spaccio della cocaina e per accertare se la pistola giocattolo e il cappello di lana siano stati utilizzati per mettere a segno qualche colpo. Non si fermano i controlli anticrimine nel centro cittadino dopo l’escalation di sparatorie verificatesi nei giorni scorsi.