x

x

“Maggiore dialogo con il Commissario Ilva», Stefàno chiede l’intervento del Prefetto

Il caso Ilva continua ad essere al centro dell'agenda politica tarantina. Nella mattinata di ieri, mercoledì 3 dicembre, il Sindaco Ippazio Stefàno ha scritto al Prefetto Umberto Guidato. Ecco il testo integrale della sua nota.

«Le scrivo per manifestarLe il mio più vivo apprezzamento per aver condiviso, nel recente incontro avuto con Lei sul tema del futuro dell'ILVA, la necessità che vi sia un costante aggiornamento sulla realizzazione del cronoprogramma fissato dall'AIA sui temi dell'ambientalizzazione della fabbrica, ma anche sulla salvaguardia dei posti di lavoro nonché sulla tutela della imprenditoria dell'indotto e per essa anche le sue maestranze.

E', dunque, fortemente avvertita la necessità di costanti confronti delle istituzioni locali con il Commissario Gnudi affinchè siano partecipate ed aggiornate costantemente sugli sviluppi degli aspetti di cui sopra che, con particolare attenzione e preoccupazione, vengono vissuti dai nostri cittadini.

Dando vita a questo tipo di rapporto, è facile immaginare esso non potrà che giovare alla collettività potendo contare su una corretta e tempestiva informazione sui programmi in atto e per quelli futuri, attraverso Lei con un filo diretto col Governo, essere partecipi e possibilmente spettatori non più passivi.

Confidiamo, dunque, che attraverso il suo interessamento il Governo impegni la gestione commissariale a maggiori confronti con il nostro territorio dando in questo senso, da subito, tangibili segnali di confronto».