Ricatto a luci rosse, quattro arresti a Taranto

Quattro arresti dei carabinieri per un ricatto a luci rosse. Avrebbero girato un video hot durante un incontro intimo, poi avrebbero ricattato la vittima minacciando di pubblicare le immagini sul web. I quattro finiti nella rete tesa dai militari della Compagnia di Taranto rispondono di estorione. Il quartetto è accusato di aver adescato un sessantacinquenne conosciuto su un sito di incontri per adulti e, dopo aver carpito la sua fiducia, hanno concordato un incontro per poi produrre foto e video dal contenuto compromettente minacciando di diffondere tutto in rete con il preciso intento di ricattarlo per estrorcergli soldi. Dopo la denuncia della vittima, gli investigatori del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Taranto insieme ai loro colleghi della Stazione Taranto Principale hanno preparato una trappola per i presunti estortori. E’ stato fissato un appauntanento in casa della vittina che è situata nel centro cittadino e quando i quattro si sono presentati per intascare 350 euro (le banconote efrano state fotocopiate), hanno trovato i carabinieri ad attenderli. E’ così scattato l’arresto per un cinquattottenne, un ventitreenne e un trentaduenne. Arrestato anche un sedicenne che è finito ai “domicliari”.

Gli investigatori dell’Arma hanno accertato che durante l’incontro avvenuto tra la vittima ed il minorenne, quest’ultimo abbia convinto il 65enne a travestirsi da donna e dopo essersi parzialmente spogliato avrebbe fatto entrare nell’appartamento i tre complici i quali si sono qualificati come familiari. I tre hanno filmato tutto con il loro telefonino cellulare minacciando poi ì di diffondere il video in rete, tanto da mettere in atto il “revenge porn”, un comportamento che dal 9 agosto del 2019, grazie all’entrata in vigore del nuovo art. 612 ter del Codice Penale, costituisce reato anche in Italia ed è punito con la reclusione da uno a sei anni. Al termine delle formalità di rito, il pm del Tribunale ha disposto nei confronti dei tre maggiorenni il tasferimento nelle case circondariali di Melfi, Potenza e Bari mentre per il sedicenne il Tribunale per i minorenni ha dispoto gli arresti domiciliari. Ieri il gip presso il Tribunale ha interrogato i tre maggiorenni. Il giudice ha poi concesso i “domiciliari” al 58enne e al 23enne difesi dall’avvocato Massimiliano Scavo e al trentaduenne assistito dall’avvocato Manolo Latorre. Il 16enne, difeso dall’avvocato Andrea Silvestre sarà interrogato nelle prossime ore dal gip presso il Tribunale per minorenni

Maxi truffa ad un centenario, 8 arresti

Avrebbero raggirato un anziano ultracentenario incassando l’assicurazione sulla vita. In otto sono stati arrestati (uno in carcere e sette ai domiciliari) dalla Guardia di Finanza. Sotto sequestro beni per 650mila euro. Sono state le Fiamme Gialle della Compagnia di Martina Franca a notificare i provvedimenti restrittivi agli otto indagati ritenuti responsabili di truffa ai danni […]

Studenti protagonisti della “Matrioska” del volontariato

Dare l’opportunità a ragazzi e ragazze di raccontarsi, di stare insieme, di socializzare, di esprimere la loro straordinaria voglia di costruire esperienze formative importanti! Ma farlo finalmente “in presenza”, magari nella natura, uscendo dallo schermo dei monitor, come hanno dovuto fare per troppo tempo per la pandemia, ed entrando in relazione in modo non virtuale, […]

“Con i soci Coop” l’iniziativa per sostenere il Terzo Settore

Dal 21 maggio Coop Alleanza 3.0 lancia “Con i soci Coop”, iniziativa finalizzata a sostenere le istituzioni e gli enti del Terzo Settore dei territori in cui opera la Cooperativa. «L’inflazione che ha ripreso a crescere, la crisi energetica, le conseguenze macroeconomiche del conflitto Ucraina-Russia, gli effetti ancora tangibili della pandemia da Covid-19 si ripercuotono […]

Coronavirus, in Puglia 1.561 nuovi contagi e 11 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.415 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.561 casi positivi, così suddivisi: 534 in provincia di Bari, 79 nella provincia BAT, 114 in provincia di Brindisi, 204 in provincia di Foggia, 336 in provincia di Lecce, 263 in provincia di Taranto, 24 […]