«Sfiorata la tragedia all’interno del siderurgico», la replica dell’azienda: «Operatori sotto investigazione»

«Sfiorata la tragedia nella giornata di giovedì all’interno dello stabilimento siderurgico di Taranto. Esattamente nel reparto Acciaieria 2, sull’impianto Tas, durante le manovre di sostituzione snorkel, lo stesso è precipitato, rischiando di schiacciare la cabina del palista impegnato nella pulizia della zona». A denunciare l’accaduto è la rappresentanza sindacale Rsu Uilm/Usb.

«Precisiamo – si legge nella nota – che l’impianto in questione e la relativa attività sono già interessati da prescrizioni Asl, quindi chiediamo quali siano le modalità con cui si stava svolgendo il cambio snorkel. Dopo mesi durante i quali, come rappresentanti dei lavoratori, abbiamo riportato, inascoltati, tutto il malessere e la sfiducia nei confronti di Acciaierie d’Italia, e richiesto segnali che indicassero un cambio di direzione, mirati a migliorare un clima in fabbrica divenuto ormai pesantissimo, continuiamo ad avere di fronte  un’ azienda sorda e disinteressata che, pur ammettendo disservizi e disfunzioni, continua a mostrare con gli atteggiamenti che si può andare tranquillamente avanti così».

Non si è fatta attendere la replica di Acciaierie d’Italia: «Gli eventi accaduti ai reparti del Treno Lamiere dell’Acciaieria 2 non possono essere riferiti in alcun modo a carenza di attività manutentive, ma sono invece da addebitare esclusivamente a manovre operative non conformi alle norme aziendali vigenti. Acciaierie d’Italia precisa quindi che gli operatori coinvolti sono interessati da provvedimenti investigativi e disciplinari al fine di valutarne le responsabilità».

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]