«Carcere, ancora episodi di violenza»

Le tante criticità che si vivono nel carcere di Taranto sono al centro della nuova denuncia del Sappe, sindacato autonomo polizia penitenziaria. La segreteria del Sappe infatti, “nonostante le varie assicurazioni di intervento da parte dei vertici del Dap, il Dipartimento amministrazione penitenziaria, deve denunciare che la situazione nelle carceri pugliesi diventa sempre più critica, a seguito dell’aumento della violenza dei detenuti.

La cosa ancora più grave è che i detenuti dopo le aggressioni ai poliziotti, per la maggior parte, continuano a permanere sempre nello stesso carcere in mancanza di provvedimenti di allontanamento dell’amministrazione regionale e nazionale. Ciò fa aumentare l’insofferenza della restante popolazione detenuta che in mancanza di provvedimenti punitivi, si sente autorizzata a comportarsi in maniera ancora più violenta”. Il Sappe cita degli episodi che si sarebbero registrati proprio a Taranto: “Mercoledì 13 aprile un sottufficiale ha ricevuto un pugno da un detenuto di origini baresi poiché voleva cambiare il materasso. Sempre a Taranto, il 14 aprile, due detenuti si sono impossessati di due estintori a polvere e li hanno scaricati in faccia ai poliziotti presenti perché chiedevano il pane integrale. Come pure i detenuti avrebbero minacciato una rivolta qualora il detenuto che ha colpito il sottufficiale il giorno prima fosse stato spostato punito così come prevede la legge”.

Non solo Taranto, comunque. “A Foggia invece, il 13 aprile, un detenuto alla sezione infermeria mentre usciva dalla stanza per l’ora d’aria, senza alcun motivo sferrava un pugno al poliziotto di servizio colpendolo poi anche con calci. Fortunatamente sono prontamente intervenuti altri poliziotti che sono riusciti a bloccare il detenuto in questione. L’aggressione fa il paio con quella dell’altro giorno (piu’ di una ventina dall’inizio dell’anno), in cui un altro detenuto ha colpito un sottufficiale procurandogli escoriazioni al viso. Sia chiaro le carceri non sono un convento per suore orsoline, ed il Sappe si permette di denunciare questi fatti poiché sono il sintomo di una situazione esplosiva causata dalla grave carenza di poliziotti e dall’alto numero di detenuti presenti”. “Proprio i numeri dei primi mesi del 2022 ci dicono che la situazione diventa ogni giorno più insostenibile e che sono peggiorati a fronte di quelli del 2021 in cui si sono registrati: 530 atti di autolesionismo; 5 suicidi; 92 tentati suicidi; 322 colluttazioni; 70 ferimenti”, dicono dal Sappe. Se le carceri pugliesi – e crediamo nazionali – sono arrivate a questo punto è per colpe assai precise di una politica penitenziaria che di fatto ha abdicato alla sicurezza. Altrimenti non si spiega come mai negli ultimi 20 anni hanno ridotto gli organici della polizia penitenziaria di 600 unità (-25%) , e nel contempo si è aumentato il sovraffollamento di circa 1.200 detenuti in più in relazione ai dei posti disponibili”.

Il Sappe “ritiene che tutti debbano sapere ed essere coscienti che quello che è avvenuto a Foggia due anni fa con l’evasione di 73 detenuti, potrebbe accedere anche in altri penitenziari poiché soprattutto nelle ore serali e notturne in cui le carceri sono poco presidiate, la sicurezza scende a livelli paurosi. Ancora, il sindacato ricorsa come “le minacce di morte ai poliziotti da parte dei detenuti che fino a qualche anno fa erano quasi assenti, ora fanno parte della vita quotidiana e nonostante queste continue intimidazioni, continuano con coraggio e professionalità a fare il proprio dovere”.

Maxi truffa ad un centenario, 8 arresti

Avrebbero raggirato un anziano ultracentenario incassando l’assicurazione sulla vita. In otto sono stati arrestati (uno in carcere e sette ai domiciliari) dalla Guardia di Finanza. Sotto sequestro beni per 650mila euro. Sono state le Fiamme Gialle della Compagnia di Martina Franca a notificare i provvedimenti restrittivi agli otto indagati ritenuti responsabili di truffa ai danni […]

Studenti protagonisti della “Matrioska” del volontariato

Dare l’opportunità a ragazzi e ragazze di raccontarsi, di stare insieme, di socializzare, di esprimere la loro straordinaria voglia di costruire esperienze formative importanti! Ma farlo finalmente “in presenza”, magari nella natura, uscendo dallo schermo dei monitor, come hanno dovuto fare per troppo tempo per la pandemia, ed entrando in relazione in modo non virtuale, […]

“Con i soci Coop” l’iniziativa per sostenere il Terzo Settore

Dal 21 maggio Coop Alleanza 3.0 lancia “Con i soci Coop”, iniziativa finalizzata a sostenere le istituzioni e gli enti del Terzo Settore dei territori in cui opera la Cooperativa. «L’inflazione che ha ripreso a crescere, la crisi energetica, le conseguenze macroeconomiche del conflitto Ucraina-Russia, gli effetti ancora tangibili della pandemia da Covid-19 si ripercuotono […]

Coronavirus, in Puglia 1.561 nuovi contagi e 11 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.415 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.561 casi positivi, così suddivisi: 534 in provincia di Bari, 79 nella provincia BAT, 114 in provincia di Brindisi, 204 in provincia di Foggia, 336 in provincia di Lecce, 263 in provincia di Taranto, 24 […]