x

x

Marina di Lizzano, bruciata una villa della litoranea

Villa in fiamme sulla litoranea jonico-salentina.

L’incendio, ieri sera, in una casa che è disabitata, poichè molto probabilmente è destinata alle vacanze estive.  La villa presa di mira è situata tra le due note stazioni balneari della Marina di Lizzano. Il rogo è di origine dolosa in quanto è stata rinvenuta una tanica con all’interno liquido infiammabile.

Per spegnere l’incendio sono intervenuti i vigili del fuoco.  Sul posto anche i tecnici dell’Enel. Le indagini sono state affidate ai carabinieri della stazione di Lizzano e della Compagnia di Manduria. Gli investigatori dell’Arma sono al lavoro per identificare gli autori dell’atto criminoso e per accertare il movente. Non si fermano, quindi, gli attentati incendiari alle abitazioni situate sulla litoranea jonico- salentina. Nelle settimane scorse, invece, un incendio era stato appiccato alla villa di un commerciante.

Quasi completamente distrutto l’immobile che è situato nella marina di Pulsano. Le fiamme hanno avvolto i mobili e si sono propagate in tutte le stanze. Oltre ai vigili del fuoco, sul posto sono intervenuti i carabinieri. Altri incendi sono stati appiccati ad abitazioni di San Pietro in Bevagna. Non è escluso che si possa trattare di bande di ladri che dopo aver fatto razzia dà fuoco alle abitazioni estive.

E sulla litoranea spesso entrano in azione anche i gruppi dediti al racket. L’ultimo attentato ha distrutto parte della struttura esterna di un  ristorante della Marina di Pulsano.
Le fiamme se non fossero state spente in tempo dai vigili del fuoco avrebbero potuto causare danni  più rilevanti. Gli attentatori, dopo aver cosparso benzina sulla struttura esterna del locale,  hanno appiccato il fuoco utilizzando degli stracci. A prendere fuoco il gazebo del ristorante utilizzato come copertura per i tavoli all’aperto.
A dare l’allarme  un automobilista di passaggio.

Sul posto i vigili del fuoco di Taranto e i carabinieri della Stazione di Pulsano che hanno effettuato un sopralluogo nella zona e subito avviato le indagini per incastrare gli autori dell’attentato incendiario ai danni del ristorante.