Parco Eolico, la soddisfazione di Melucci e Mazzarano

«Beleolico è il primo parco eolico offshore del Mediterraneo». Lo ha dichiarato Rinaldo Melucci, candidato sindaco della coalizione Ecosistema Taranto 2022. «Tanta tecnologia e un investimento realizzato grazie all’impegno di Renexia, eccellenza italiana che ha sposato la transizione ecologica che abbiamo avviato da qualche anno a questa parte e ha puntato sulla nostra città come laboratorio per le energie rinnovabili. In un momento strategico, per altro, in cui la crisi energetica crea tensioni geopolitiche internazionali, la stessa Banca Europea degli Investimenti smette di finanziare i fossili e abbiamo l’esigenza di decarbonizzare la nostra area l’industriale. Un progetto del professionista tarantino Luigi Severini, che con grande rispetto per la comunità e l’ambiente ha coinvolto in ogni sua fase Legambiente, Jonian Dolphin Conservation e altre importanti associazioni locali e nazionali. E questo è un modello da replicare sul nostro territorio. Con il direttore generale della società, Riccardo Toto, abbiamo condiviso idee e prospettive per la ripartenza di Taranto. Il mondo sta cambiando e Taranto si farà trovare pronta».

Sull’argomento si registra anche l’intervento del consigliere regionale (Pd) Michele Mazzarano. «A Taranto si inaugura un progetto nel campo delle rinnovabili e di produzione di energia pulita che, in questa drammatica fase legata ai fatti di guerra, è un forte ed inequivocabile segnale di cambiamento. È molto significativo che ciò accada nella città che ospita la più grande acciaieria d’Europa. Ed è altrettanto interessante – osserva Mazzarano – notare l’approccio con il territorio da parte della società titolare del progetto, perché è un percorso che ribalta completamente la logica e le scelte di politica industriale che hanno sempre dominato sul territorio jonico. Al momento non sembrano esserci riflessi negativi dell’impianto sull’equilibrio biologico marino, ma il proficuo canale di comunicazione aperto tra gli investitori e le associazioni, fa ben sperare in una attenzione particolare per questi aspetti ormai imprescindibili. La diversificazione delle fonti di energia è la strada da intraprendere con grande determinazione. Oggi possiamo dire che Taranto può guidare in Puglia una nuova stagione di riconversione energetica utile all’Italia ma che rispetti il territorio e si proponga di essere compatibile con l’ambiente».

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]