x

x

Tarsu, tremano 20.000 famiglie tarantine. In arrivo le cartelle

In vista della prescrizione l’amministrazione comunale decide di correre ai ripari.

Sono quasi 20.000 le famiglie tarantine che a breve si vedranno recapitare a casa le lettere di “sollecito” per il pagamento della Tarsu 2010.

In pratica, nel 2015 scadranno i cinque anni entro i quali il Comune potrà riscuotere la tassa sui rifiuti. Proprio per questo la direzione Tributi di Palazzo di Città ha deciso di affidare ad una società esterna il servizio di imbustamento e solleciti per il pagamento della Tarsu 2010.

Secondo i calcoli degli uffici comunali in totale sono circa 18.300 i contribuenti tarantini che non hanno ancora provveduto al pagamento della tassa. Il mancato introito derivante dal pagamento del tributo costituirebbe una grave perdita per le casse comunali. Ecco perchè l’amministrazione ha deciso di stanziare più di 22mila euro per evitare la prescrizione.

Ecco il provvedimento varato dalla direzione Tributi del Comune. «A seguito dell’attività di verifica e controllo è emerso che alcuni contribuenti hanno omesso di versare la Tarsu dovuta per l’anno 2010 nei termini previsti e pertanto a norma dell’art. 17 comma 4 del regolamento comunale per l’applicazione della Tarsu si rende necessario procedere alla notifica di apposito sollecito di pagamento. Accertato che i contribuenti non in regola – dicono dagli uffici comunali – in tutto o in parte, con il versamento della Tarsu dovuta per l’anno 2010 ammontano a circa 18.300; si ritiene opportuno procedere alla celere emissione di solleciti di pagamento a mezzo servizio postale con raccomandata a/r, atto propedeutico all’emissione di avviso di accertamento ».

Nel dettaglio il servizio di stampa ed imbustamento dei solleciti di pagamento, affidato alla società DDManagement srl, per il quale il Comune ha impegnato la somma complessiva di 22.326 euro, prevede: «elaborazione flusso informativo per annualità 2010; stampa di un foglio formato a4 fronte retro per sollecito di pagamento con layout personalizzato; stampa di un foglio a4 contenente bollettino di pagamento di conto corrente td 896 con codici datamatrix per rata unica con aut. postale per stampa in proprio; imbustamento in busta doppia finestra; servizio di rendicontazione degli incassi; predisposizione raccomandata; consegna all’ufficio postale scelto per la postalizzazione; abbinamento date di notifica e caricamento nella procedura informativa. Il prezzo di tutta l’attività da svolgere è di 1 euro oltre iva a contribuente».