Acciaierie d’Italia: «L’indice infortuni aziendale è il più basso di sempre»

«Con riferimento alle dichiarazioni rilasciate da alcune Associazioni tarantine», Acciaierie d’Italia sottolinea in una nota che «l’indice di frequenza infortuni dei suoi stabilimenti per l’anno 2020 è inferiore al 10 che rappresenta il dato più basso mai registrato nella storia dell’azienda ed un dato inferiore alla media globale rilevata annualmente dalla WorldSteel Associations. Secondo documentazioni di Federacciai, l’indice di frequenza infortuni del settore siderurgico italiano è pari a 18,3 mentre specificatamente per le acciaierie l’indice di frequenza infortuni risulta del 14,8».

Ex Ilva, la verità dei commissari

«Abbiamo raggiunto un risultato ragguardevole. Abbiamo raddoppiato i cantieri e i turni per accelerare le attività nell’ultimo periodo. Usciti dalla pandemia, i rallentamenti sono venuti meno». Così i commissari di Ilva in amministrazione straordinaria, Francesco Ardito, Alessandro Danovi e Antonio Lupo, in audizione alle commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera, a proposito della bonifica […]

Cisl: «Pensionati e anziani i più penalizzati»

E’ quella dei pensionati e degli anziani la fascia sociale maggiormente penalizzata dall’attuale contesto generale del Paese, che presenta criticità sociali ed economiche aggravate dalla guerra in Ucraina e dalla persistente pandemia nelle sue varianti; e, quasi non bastasse, i redditi di questa categoria, di per sé già bassi, sono erosi dall’inflazione, penalizzati dal caro […]

Medaglie d’oro agli ingegneri, tutti i nomi

L’ingegno non ha tempo. Si è svolta nei giorni scorsi la cerimonia di consegna delle Medaglie d’oro agli ingegneri che festeggiano 50 anni dalla loro laurea in Ingegneria. Ospiti d’eccezione, come annunciato, sono stati l’ammiraglio di Squadra, Salvatore Vitiello, e l’ing. Michele Viglianisi, Eni, già direttore dello stabilimento di Taranto, ai quali è stata conferita […]

Truffano un anziano di 100 anni: 8 arresti

Una misura cautelare in carcere e sette ai domiciliari. Con la complicità del direttore di un ufficio postale e di un impiegato di banca avrebbero incassato polizze assicurative dell’anziana vittima per 650mila euro. Tutti i particolari nell’edizione di oggi di Taranto Buonasera in distribuzione fin dal mattino. Per leggere subito online basta abbonarsi ad un […]