Vincita negata al Totocalcio: un’altra denuncia

Una denuncia per associazione per delinquere, truffa, falso e distruzione di atti, è stata presentata presso la procura della Repubblica di Taranto da Martino Scialpi, il commerciante di Martina Franca che il primo novembre del 1981 realizzò un 13 al Totocalcio che gli avrebbe fruttato oltre 800 milioni delle vecchie lire, ma il Coni, per varie ragioni, si è sempre rifiutato di corrispondere la vincita.

L'esposto è stato firmato anche dall'avvocato Guglielmo Boccia, difensore dello scommettitore, che si ritiene danneggiato per non aver potuto esercitare il diritto di difesa.
Si tratta di una denuncia nei confronti di due legali del Coni, di un cancelliere, un funzionario e un dirigente del Tribunale ordinario di Roma. Il Coni sostiene che la matrice del tagliando non sia mai arrivata all'archivio corazzato del Totocalcio, ma la schedina fu dichiarata autentica. Scialpi e Boccia segnalano una serie di “anomalie e discrasie” che avrebbero “influenzato” la decisione del giudice Barbara Perna del tribunale civile di Roma che, il 25 novembre scorso, ha accolto l'istanza presentata dal Coni di sospensione dell'efficacia del titolo esecutivo sul quale si fonda il pignoramento presso la Bnl, conto terzi, della somma di 3,9 milioni di euro nella disponibilità del Coni.

Nella denuncia si rammenta che il 14 febbraio del 2012 un giudice civile ordinò al Coni di pagare nei confronti di Scialpi la somma di oltre 2 milioni e 300mila euro, ma l'efficacia esecutiva del titolo fu sospesa (dopo l'opposizione dello stesso Coni) dal giudice Massimiliana Battagliese il 2 agosto 2013. Il provvedimento però non fu “mai notificato” allo scommettitore, al suo legale e all'avvocato domiciliatario a Roma.

Secondo i denuncianti il Coni avrebbe presentato documenti falsi per attestare l'avvenuta notifica dello stesso provvedimento alle controparti e condizionare la sentenza del giudice.

Porto e aeroporto di Taranto, «La logistica farà crescere la Puglia»

«La Puglia può crescere e favorire lo sviluppo socio economico dei pugliesi se gioca, come sta già facendo, due importanti partite: quella della green economy e quella della blue economy, strettamente legata al settore strategico della logistica». Lo ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo Alessandro Delli Noci. «La Puglia – ha aggiunto – conta 4 grandi […]

Coronavirus, in Puglia 2.407 contagi e 14 decessi. Ma i reparti si svuotano

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 17.522 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.407 casi positivi, così suddivisi: 830 in provincia di Bari, 169 nella provincia BAT, 189 in provincia di Brindisi, 311 in provincia di Foggia, 482 in provincia di Lecce, 394 in provincia di Taranto, 22 […]

Donna muore dopo tre interventi, dalla Asl Taranto risarcimento da oltre un milione

Dopo due gradi di giudizio, la famiglia di una donna di 77 anni, deceduta all’ospedale SS Annunziata ha ottenuto un risarcimento danni di un milione e 250mila euro. I familiari della vittima sono stati assistiti da Giesse Risarcimento Danni, che li ha accompagnati, con il contributo dei suoi legali fiduciari, lungo tutto il complesso iter […]

Accelerata all’innovazione dei servizi al cittadino

A distanza di due settimane dalla richiesta della Cisl Fp al Comune di Taranto, di valutare lo stato di digitalizzazione dei servizi offerti dall’Ente e di avviare il processo di transizione digitale con i fondi del Pnrr, sviluppato in totale coerenza con il NextGenerationEU, il segretario aziendale della Cisl Fp Fabio Ligonzo, apprende «con favore […]