x

x

“Cittadella della Carità”, i sindacati chiamano la Fondazione

“Grazie all’intervento della Curia di Taranto, le recenti evoluzioni relative alla Fondazione Cittadella della Carità obbligano le scriventi Segreterie Territoriali a ribadire poche ma incisive condizioni su come va affrontata la crisi economica che ha comportato un ritardo retributivo per i dipendenti”.

I sindacati in questione sono la Fp Cgil (con Mino Bellanova), Cisl Fp (Giorgio Ciaccia) e Uil Fpl (Franco Brunetti). Ed ecco i punti messi in evidenza: “Recentemente è stato deciso in assemblea che nessuna disponibilità viene data a ipotesi di riduzione salariale; massima priorità va data al confronto tra le organizzazioni sindacali e la Fondazione, basato sulla definizione di un piano di risanamento partecipato e con grande senso di responsabilità bandendo ogni forma di isteria collettiva; nessun pregiudizio nei confronti di chi rappresenterà la Fondazione al tavolo sindacale”.

In più, aggungono i sindacati “alla luce degli ultimi eventi, l’assemblea prevista per oggi – 16 gennaio – viene rinviata al 23 gennaio con la contestuale richiesta alla Fondazione di avviare prima di quella data il confronto sindacale”.