x

x

In volo dall’Austria alla terra jonica

“Sarà una primavera estate all’insegna dei turisti austriaci in Puglia, in particolare turisti senior, ma anche giovani e famiglie”.

“PugliaPromozione” annuncia con entusiasmo l’ultimo accordo sottoscritto in Austria, il tutto sempre a favore degli scali barese e brindisino. Ed ecco, dunque, l’ultimo resoconto.

Il workshop organizzato  da Pugliapromozione ieri a Insbruck con  gli agenti di viaggio provenienti da tutta l’Austria  è l’ultimo tassello di una strategia  che sta portando alla moltiplicazione degli operatori che scommettono e investono sulla Puglia.

L’accordo appena concluso, frutto del Road Show di Aprile e del Buy Puglia di ottobre, porterà numerosi programmi di voli charter  da Vienna e Insbruck  a Brindisi per soggiorni di una settimana in varie località pugliesi interessando migliaia di turisti austriaci.

D’altronde il trend di crescita dell’incoming dall’Austria in Puglia è costante: dal 2007 al 2014 gli arrivi segnano un più 25%. Il picco a partire dal 2013 quando la Puglia ha intercettato l’onda di turisti austriaci senior che ogni anno a primavera  amano passare una settimana al mare, avendo anche la possibilità di fare delle escursioni e soprattutto di godersi il sole e una buona cucina.

La Puglia è in grado di offrire tutte queste cose e di competere al meglio con altre destinazioni come per esempio la Grecia dove i turisti non trovano lo stesso patrimonio artistico ed enogastronomico.

La Puglia risponde in pieno al desiderio dei turisti senior austriaci di viaggiare in terre calde e tranquille in primavera e ormai possiamo dire che è diventata una meta più che appetibile: nel 2013 ha accolto 24 mila austriaci per un totale di 134 mila presenze con una variazione  rispetto all’anno precedente del 18% negli arrivi e una variazione del 16% nelle presenze. La permanenza media  è diventata di 5,6 notti  mentre  era del 4,8 l’anno precedente. Per questo il mercato austriaco ha conquistato due posizioni nel ranking dei flussi stranieri in Puglia passando dal settimo al quinto posto.

Nuovo accordo, dopo quello degli ultimi due anni, con un altro sindacato dei pensionati: quest’anno è la volta di Seniorenbund di Salisburgo che ha 25 mila iscritti. Verranno in Puglia grazie ad  Eurotours a partire dal 27 aprile e fino al 9 giugno con due giornate di arrivo e più voli al giorno per un totale di circa 4000 persone che si fermeranno in Puglia per sette giorni in hotel a quattro stelle. Totale: 27 mila presenze! Tre i tour previsti : Bari, Alberobello e Brindisi, Lecce e Gallipoli ma sarà possibile prenotare alter escursioni in loco.

E per la prima volta anche Prima Reisen organizza con Austrian Airlines voli charter abbinati a pacchetti turistici a partire dal 25 aprile fino al tredici giugno per  circa 1400 persone, in prevalenza senior, da Vienna a Brindisi. Soggiorneranno a Torrecanne in hotel a quattro stelle e si fermeranno per sette giorni per un totale di oltre 9400 presenze previste..

Prima volta anche per Chtistophorus Firmengruppe con un programma di voli charter da Insbruck a Brindisi a partire dal 30 maggio tutti i sabato fino al 26 settembre. I turisti austriaci soggiorneranno  in località balneari  come Penna Grossa e Torre Egnazia, in  Valle d’Itria a Martina Franca e Crispiano e sullo Ionio a Marina di Pulsano, Campomarino (Maruggio) e Gallipoli.

Per l’economia pugliese, dunque, una bella boccata di ossigeno, considerato che i visitatori austriaci (che già in massa, nei mesi scorsi, affollarono Castellaneta Marina) si riveleranno un spot non indifferente per la Regione Puglia e anche per la provincia jonica. Se, ciome crediamo, l’accoglienza, sarà perfetta, anche i ritorni di natura economica, come detto, non mancheranno. Di questi tempi, c’è bisogno di incassare denaro per lavorare e produrre nell’interesse, soprattutto, dei giovani.