x

x

Commercianti sotto usura. Restano dentro i 2 indagati

Operazione antiusura “Ultima chance”: il 46enne Cosimo De Pasquale e il 31enne Daniele Sessa, restano in carcere. I giudici del tribunale del riesame hanno infatti respinto il ricorso presentato dagli avvocati difensori dei due tarantini ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata all’usura e all’estorsione.

Sessa e De Pasquale sono difesi dagli avvocati Claudio Petrone, Michele Rossetti e Francesco Nevoli. I due arrestati avevano già fatto scena muta dinanzi al giudice. 

Nel corso delle indagini, durate oltre un anno e condotte anche con l’utilizzo di intercettazioni telefoniche, è emerso che le vittime, una decina tra titolari di esercizi commerciali e di laboratori artigianali, avrebbero pagato tassi usurari che arrivavano fino al 180% annui.