Incidenti col trucco, tolta l’interdizione ai medici e a un legale

Potranno continuare ad esercitare la loro professione i due medici e uno degli avvocati indagati nella vicenda dei falsi incidenti costruiti a tavolino per incassare i risarcimenti. Il Tribunale del Riesame di Taranto ha annullato l’ordinanza di interdizione per un anno disposta dal gip nei confronti dei medici Antonio Valentini (difeso dall’avvocato Salvatore Maggio) e Giovanni Bosco (difeso dall’avvocato Donato Salinari) e dell’avvocato Francesco Guido. Annullamento parziale, invece, delle accuse e della misura interdittiva, da 12 a 9 mesi, nei confronti di altri tre avvocati coinvolti, Luigi Acquaviva, Arianna Aiello ed Enrico Bruno, quest’ultimo difeso dagli avvocati Angelo Casa e Marino Galeandro. Parziale annullamento anche per Francesco Pizzolla, ritenuto una figura di primo piano della presunta organizzazione.

L’indagato (difeso dagli avvocati Andrea e Salvatore Maggio), che era agli arresti domiciliari, torna in libertà ma con alcune limitazioni. Il collegio del Riesame presieduto dal giudice Patrizia Todisco ha disposto l’obbligo quotidiano di presentazione alla polizia giudiziaria territorialmente competente in orario da concordare con la stessa pg. Richiesta di libertà rigettata, invece, per il presunto capo Francesco Antonicelli (difeso dall’avvocato Salvatore Maggio), sottoposto ai domiciliari e per Piera Rizzo. Rigetto anche per un altro indagato sottoposto dal gip all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il provvedimento del Riesame relativo alle decisioni sulle richieste avanzate dai difensori degli indagati è stato depositato venerdì 13 maggio, il giorno seguente la discussione. Le motivazioni, invece, saranno depositate entro i canonici 45 giorni.

Le dieci misure cautelari firmate dal gip del Tribunale di Taranto Giovanni Caroli sono state eseguite un mese fa, il 13 aprile scorso, dagli agenti della sezione di pg della Polizia Stradale, al termine di un’operazione denominata “Venere” che ha posto fine ad un giro di falsi incidenti e ad una truffa di oltre un milione di euro. A tanto, infatti, ammonterebbero, secondo gli inquirenti, i risarcimenti indebitamente incassati dalle compagnie assicurative. I professionisti hanno sempre respinto tutte le accuse sostenendo di essere ignari ed estranei al raggiro. Uno dei medici ha spietato di avere un rapporto di conoscenza con uno degli avvocati. Inoltre sono stati “scagionati” dalle dichiarazioni di coloro che sono ritenuti i principali esponenti dell’organizzazione che hanno ammesso le proprie responsabilità nella costruzione a tavolino dei falsi incidenti. Sia Antonicelli sia Pizzolla, infatti, hanno ammesso di aver falsificato gli incidenti, peraltro Antonicelli era già noto alle forze dell’ordine per fatti analoghi. Ma Pizzolla ha fornito una sua giustificazione; ha spiegato di averne falsificati quattro poiché si è trovato in difficoltà economiche. Non sapendo come fronteggiarle ha ideato gli incidenti per intascare il risarcimento dalla compagnia assicurativa. Complessivamente nell’indagine sono coinvolti 96 indagati, molti dei quali incensurati, come medici e avvocati.

Maxi truffa ad un centenario, 8 arresti

Avrebbero raggirato un anziano ultracentenario incassando l’assicurazione sulla vita. In otto sono stati arrestati (uno in carcere e sette ai domiciliari) dalla Guardia di Finanza. Sotto sequestro beni per 650mila euro. Sono state le Fiamme Gialle della Compagnia di Martina Franca a notificare i provvedimenti restrittivi agli otto indagati ritenuti responsabili di truffa ai danni […]

Studenti protagonisti della “Matrioska” del volontariato

Dare l’opportunità a ragazzi e ragazze di raccontarsi, di stare insieme, di socializzare, di esprimere la loro straordinaria voglia di costruire esperienze formative importanti! Ma farlo finalmente “in presenza”, magari nella natura, uscendo dallo schermo dei monitor, come hanno dovuto fare per troppo tempo per la pandemia, ed entrando in relazione in modo non virtuale, […]

“Con i soci Coop” l’iniziativa per sostenere il Terzo Settore

Dal 21 maggio Coop Alleanza 3.0 lancia “Con i soci Coop”, iniziativa finalizzata a sostenere le istituzioni e gli enti del Terzo Settore dei territori in cui opera la Cooperativa. «L’inflazione che ha ripreso a crescere, la crisi energetica, le conseguenze macroeconomiche del conflitto Ucraina-Russia, gli effetti ancora tangibili della pandemia da Covid-19 si ripercuotono […]

Coronavirus, in Puglia 1.561 nuovi contagi e 11 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.415 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.561 casi positivi, così suddivisi: 534 in provincia di Bari, 79 nella provincia BAT, 114 in provincia di Brindisi, 204 in provincia di Foggia, 336 in provincia di Lecce, 263 in provincia di Taranto, 24 […]