E’ festa in via Calamandrei. Il programma dell’evento

Domenica, in via Calamandrei, è festa tutto il giorno. È infatti prevista, dalle 10 alle 23, l’iniziativa “Le meraviglie di primavera in via Calamandrei”.

Si approfitta dell’aria primaverile per animare il quartiere, dopo il successo di un’iniziativa analoga: “Natale in via Calamandrei”, voluta sempre dai commercianti della zona.
La manifestazione di domenica vede la collaborazione dell’Aci di Taranto e vanta il patrocinio del Comune,  attraverso il consigliere comunale Valerio Lessa; media partner sarà il portale commerciale “Tarantoindiretta”.

Sarà una giornata all’insegna del buonumore e dell’aggregazione, dedicata ad adulti e bambini.

L'altro ieri, i rappresentanti del comitato “via Calamandrei”, l’associazione “Piazza delle meraviglie” e il portale Tarantoindiretta, hanno illustrato, nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso l’Aci, il fitto calendario della manifestazione.

Si parte alle 10.00 con il raduno Cosplay e la presentazione delle squadre di Quidditch (strix Tarentum), alle prese con i giochi da tavolo.
Lo spazio temporale che va dalle 11 alle 16 sarà dedicato ai più piccoli, con animazioni a cura dell’associazione “Tuttingioco”; i bambini potranno dialogare con le mascotte e con i loro personaggi preferiti.

La “Sil Animazione” metterà in scena un piccolo spettacolo, mentre l’associazione “Eternia” proporrà ai bambini giochi da tavolo e rappresentazioni figurative. Previsto anche un torneo di spada “Larp”.

Nel pomeriggio, a partire dalle 16 si potrà partecipare ad un torneo di giochi da tavolo, con tanto di premiazione. Tra le 18 e le 20 la scena sarà dei Soul City Riders, mentre a seguire è prevista una dimostrazione di super jump da parte della palestra “Free Life Fitness Club”.

Dalle 20,30 alle 21 Mangiafuoco e Capoeira e a seguire spazio alla musica, con i gruppi “Le tre corde”, “Black and white” ed “Alma dimensione musica”.
Per tutto il giorno saranno in esposizione auto d’epoca e moto del Vespa club.

La giornata sarà infine completata dalla presenza di mercatini e bancarelle d’artigianato, saranno circa cinquanta gli stand di importanti aziende leader.

L’iniziativa si avvale della direzione artistica di Armando Blasi, che ha sottolineato come sia importante, attraverso manifestazioni del genere, promuovere e valorizzare il territorio grazie ad un lavoro di sinergia che vede impegnati gli attori sociali più diversi.

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]

Cosa succederebbe se chiudesse l’ex Ilva

È in corso un dibattito caloroso (Taranto Buonasera del 20/5 parla giustamente di “lite”) sulla situazione reale dell’ex Ilva tra vari soggetti di interessi pubblici (partiti, sindacati, ecc.) ma le preoccupazioni ed il pensiero della popolazione, quella senza posizioni di parte, risultano assenti. Molle tarentum? Forse, ma è doveroso intervenire almeno per dire ciò che […]