x

x

“Costruiamo insiene il futuro all’insegna della partecipazione”

Qui di seguito, l’intervento del presidente della Camera di commercio di Taranto, Cav. Luigi Sportelli, all’incontro tenuto con i neo eletti consiglieri regionali della provincia jonica.

“La Camera di commercio è la casa dell’economia nella quale, ai sensi della legge n.580/93, sono presenti e rappresentate tutte le componenti del mondo economico, nessuna esclusa: imprese, associazioni datoriali, organizzazioni sindacali, consumatori e ordini professionali.

La Camera di commercio è un luogo neutrale ed equidistante dagli orientamenti partitici. La Camera di commercio è un luogo nel quale è perseguita la finalità di promozione e tutela dell’interesse generale del nostro sistema economico locale inteso nella sua più ampia accezione.

Voi consiglieri regionali siete l’espressione della volontà popolare di questa provincia e siete stati chiamati da questi stessi elettori a rappresentare il territorio ionico nell’Assemblea regionale. Certo, tra di voi ci sono prospettive politiche diverse, come è giusto che sia in una democrazia solida come quella italiana. Ma questo non deve diventare un ostacolo, semmai una preziosa risorsa. Esiste un denominatore comune nell’azione di voi consiglieri regionali e di questa Camera di commercio e questo denominatore che ci accomuna è la salvaguardia e lo sviluppo del nostro territorio.

Un territorio che vive un momento storico per il suo destino, un momento particolarmente importante perché chiamato a ridisegnare il proprio futuro con l’obiettivo di uscire da una crisi produttiva ed occupazionale profonda e senza precedenti.

Con l’obiettivo di imboccare finalmente la strada di quello sviluppo tanto agognato che porti a tutti un benessere equo e sostenibile. Il nostro impegno, oggi, deve essere quello di costruire insieme una vision condivisa di quel futuro, avviando quella fase di crescita e benessere che la nostra collettività da anni chiede a gran voce. Riprendo le parole pronunciate da mons. Santoro “mi auguro che si apra una stagione di partecipazione in cui Taranto e la sua provincia contino di più a livello regionale e nazionale, per riaffezionarci con passione allo sviluppo del bene comune”.

Condivido e chiedo a voi tutti voi di condividere questo  auspicio. Una maggiore compattezza delle nostre istituzioni porrà Taranto e la sua provincia nella condizione di contare di più sui grandi temi, sugli obiettivi strategici, sulle sfide per lo sviluppo. Sulla definizione di un progetto condiviso Taranto deve ritrovarsi unita, coesa e forte, come già fanno tanti altri territori. In questo percorso che è, innanzitutto, un metodo di lavoro, la Camera di commercio rende disponibile il suo know how, le sue conoscenze, i dati e le competenze per diventare luogo di confronto e di approfondimento. Utile sarà anche il supporto dell’Agenzia di Sviluppo Terra Jonica, i cui soci fondatori oltre alla Camera di commercio sono il Comune e la Provincia di Taranto e l’Università di Bari-Taranto.

La Camera di commercio è una sede di studio e di analisi in cui avanzare proposte e cercare soluzioni condivise; un supporto concreto anche per il lavoro di voi consiglieri regionali; uno spazio di compensazione in cui istanze e posizioni diverse possono arrivare a sintesi nell’interesse generale e per lo sviluppo del bene comune”. Sin qui l’intervento del presidente della Camera di commercio di Taranto Luigi Sportelli, all’incontro tenuto ieri con i neo eletti consiglieri regionali.