“Dacci l’auto”. E giù botte. La vittima reagisce e il colpo sfuma

Lo prendono a calci e pugni per portargli via la macchina ma lui reagisce e li mette in fuga.

L’aggressione, ieri, intorno alle 21, a Martina Franca.

Un ventiquattrenne del luogo che viaggiava a bordo della sua autovettura Audi A3, insieme ad un suo coetaneo di Locorotondo, è finito nel mirino di tre malviventi che, con molta probabilità, fanno parte della banda dell’Audi.I tre malfattori con  un’autovettura Opel Zafira di colore nero, hanno affiancato la Audi A3 con a bordo di due giovani e con manovra repentina hanno costretto il conducente  a bloccare la corsa.

I tre rapinatori sono scesi dalla Opel ed hanno  sferrato calci e pugni al proprietario dell’Audi  con l’intento di portargli via la macchina. Un tentativo andato a vuoto grazie alla reazione della vittima. I malviventi, prima di darsi alla fuga, sono riusciti comunque a farsi consegnare da uno dei due malcapitati il portafogli contenente documenti personali e la somma di 150 euro. Il proprietario dell’Audi, condotto al locale ospedale è stato medicato e giudicato guaribile in 8 giorni. Il suo amico, invece,  non ha  riportato alcuna lesione. 

Per identificare i rapinatori sono  in corso le indagini da parte dei carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Martina Franca. Come si diceva non è escluso che possa trattarsi della banda dell’Audi che spesso è a caccia delle potenti macchine della casa tedesca che vengono poi utilizzate in colpi ai danni di banche, uffici postali, gioiellerie e ad altri negozi.

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]

Cosa succederebbe se chiudesse l’ex Ilva

È in corso un dibattito caloroso (Taranto Buonasera del 20/5 parla giustamente di “lite”) sulla situazione reale dell’ex Ilva tra vari soggetti di interessi pubblici (partiti, sindacati, ecc.) ma le preoccupazioni ed il pensiero della popolazione, quella senza posizioni di parte, risultano assenti. Molle tarentum? Forse, ma è doveroso intervenire almeno per dire ciò che […]