x

x

“E…state in salute”, torna il PrevenTour

Presentata in conferenza stampa la nuova edizione
“E...state in salute”, torna il PrevenTour

Dopo tre anni di stop a causa della pandemia, torna finalmente il PrevenTour, la grande manifestazione che porta gratuitamente la prevenzione sanitaria direttamente dai cittadini raggiungendoli quando hanno un po’ più di tempo per un controllo medico e per ascoltare i consigli degli specialisti. Scopo ultimo è sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione da realizzarsi mediante controlli ed esami sanitari periodici, e non solo quando appaiono i sintomi di una patologia. Il PrevenTour, infatti, non intende sostituirsi alla Sanità pubblica, ma solo affiancarla nella sensibilizzazione: i medici non effettuano diagnosi e, nel caso vengano rilevate patologie, consegnano al cittadino gli esiti dei controlli invitandolo a informare il medico.

Questa è la formula che negli anni ha decretato il successo del PrevenTour. La novità di questa quarta edizione è che, invece di realizzare la manifestazione in tende e altre strutture nelle piazze, in relazione alle alte temperature del periodo si è deciso di realizzare il PrevenTour 2022 in un locale messo a disposizione gratuitamente dal Centro commerciale Porte dello Jonio. Il PrevenTour 2022 è organizzato dall’Associazione “Europa Solidale” Onlus in partnership con il Centro commerciale Porte dello Jonio, con il patrocinio di Unimpresa Sanità e Welfare e del Centro Servizi Volontariato della Provincia di Taranto, e in collaborazione con le il terzo settore locale: Apmarr Onlus, Associazione di Volontariato “Simba” Ets Onlus e Cumm – Centroascolto Uomini Maltrattati e Maltrattanti. Tutti gli esami e gli screening offerti nel PrevenTour 2022 sono completamente gratuiti: per evitare affollamenti è necessaria la prenotazione che potrà essere effettuata – fino ad esaurimento disponibilità – di persona presso l’InfoPoint nella galleria del Centro commerciale Porte dello Jonio, telefonando al 3397389382 o inviando una mail a infopointgalleria@gmail.com.

Presso questi recapiti si potranno ricevere tutte le informazioni sul programma del PrevenTour 2022. Queste, in estrema sintesi, sono le branche della medicina e i temi delle conferenze che i medici specialisti realizzeranno nei 19 giorni della manifestazione: screening dell’udito, informazioni su disturbi della memoria e senilità, prevenzione tumore al seno, screening della vista, prevenzione tumore alla prostata, approccio osteopatico della cervicalgia, prevenzione delle vie areo-digestive superiori, prevenzione diabete, valutazione estetica e funzionale della pelle del volto, malattie reumatiche e fibromialgia, prevenzione della tiroide, informazioni su acufeni e riabilitazione sonora, nutrizione-prevenzione obesità, giornata del rene, training uditivo logopedico, pediatria e prevenzione, prevenzione tumore del cavo orale, prevenzione ginecologica e preparazione al parto.

Aprendo la conferenza stampa di presentazione Giuseppe Cavallo, responsabile dell’Associazione di volontariato Europa Solidale Onlus, ha illustrato le novità di questo PrevenTour 2022: «innanzitutto la location che ci permette, grazie alla disponibilità del Centro commerciale Porte dello Jonio, di realizzare la manifestazione in un ambiente climatizzato e in un locale in cui potremo allestire un vero e proprio poliambulatorio con apparecchiature mediche, così da poter offrire una gamma molto più ampia di esami e screening specialistici, una L’info point allestito nella Galleria del centro commerciale “Porte dello Jonio”. Accanto, un momento della presentazione del PrevenTour location che ci permetterà anche di organizzare per la prima volta pubbliche conferenze su temi di generale interesse sanitario, in particolare sulla prevenzione delle patologie e sui corretti stili di vita. Inoltre, mentre in piazza il PrevenTour durava un weekend, in questa edizione si articolerà per 19 giorni – da lunedì 4 a venerdì 22 luglio – raggiungendo così moltissimi cittadini».

Mauro Tatulli, Direttore del centro commerciale Porte dello Jonio, ha spiegato che «Il centro commerciale Porte dello Jonio ha come obiettivo la soddisfazione del territorio su cui si trova e degli utenti che vi entrano. Nel pieno rispetto delle persone ci impegniamo ogni giorno a supportare attività che possano aiutare i cittadini. L’idea di queste giornate di prevenzione gratuita nasce dalla volontà di fornire ai nostri utenti un servizio completo che vada ad unire lo svago con la salute. L’iniziativa si chiama proprio “E…state in salute”, un monito a tutti per passare un’estate serena e offrendo un servizio di prevenzione che vada a supporto di tutti. Il nostro scopo è quello di generare luoghi di vita che offrono servizi di rilievo e che possano creare relazioni e valori sul territorio». «Vorrei sottolineare – ha poi commentato Pierfilippo Marcoleoni, presidente nazionale di Unimpresa Sanità e Welfare – la grande sensibilità dei medici specialisti, oltre una dozzina, che, con eccezionale spirito di gratuità, hanno “donato” la loro professionalità a questa iniziativa: abbiamo apprezzato lo spirito di sacrificio dei nostri medici durante la pandemia, oggi ne apprezziamo lo spirito solidale».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Deborah Cinquepalmi, presidente di Simba Onlus, che con i suoi volontari opera da anni nei reparti di Pediatria e Oncoematologia Pediatrica di Taranto: «per noi che ogni giorno siamo in reparto a fare volontariato è una cosa emozionante vedere i medici stessi diventare volontari fuori dall’ospedale, professionisti di cui ogni giorno apprezziamo l’umanità e la disponibilità nei confronti dei piccoli pazienti e dei loro familiari» Cinzia Assalve, referente nazionale Fibromialgia di Apmarr Onlus, ha ringraziato l’organizzazione per «questa opportunità per sensibilizzare i cittadini sulle malattie reumatiche, in particolare, sulla fibromialgia una sindrome dai tantissimi sintomi che nel nostro Paese colpisce milioni di persone, ma ancora poco conosciuta, e persino non ancora riconosciuta dal sistema sanitario nazionale» Stefania Cantoro, presidente dell’Associazione CUMM, ha lodato «Questa iniziativa che permetterà di entrare in contatto e assistere uomini che sono vittime di maltrattamenti o che sono protagonisti di queste dinamiche che possono minare una famiglia».