Nuova tragedia nei campi, muore un altro bracciante agricolo di San Giorgio Jonico

Ancora una tragedia nei campi. Ancora una volta a pagarne il prezzo più alto è un lavoratore di San Giorgio Jonico.

E' morto nella serata di ieri, nell'ospedale San Carlo di Potenza – dove era ricoverato in coma, nel reparto di rianimazione, da oltre un mese – Arcangelo De Marco, il bracciante di 42 anni, di San Giorgio Jonico colpito da un malore nelle campagne del Metapontino, il 5 agosto scorso, mentre lavorava all'acinellatura dell'uva.

Stesso tragico destino di Paola Clemente, morta il 13 luglio ad Andria, anche lei di S. Giorgio Jonico. "

Ancora una vittima del caporalato e delle condizioni di lavoro inaccettabili mascherate spesso da veicolo delle agenzie interinali, ma in sostanza in mano ai caporali" dichiara l'on. Vico (Pd).

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]

Cosa succederebbe se chiudesse l’ex Ilva

È in corso un dibattito caloroso (Taranto Buonasera del 20/5 parla giustamente di “lite”) sulla situazione reale dell’ex Ilva tra vari soggetti di interessi pubblici (partiti, sindacati, ecc.) ma le preoccupazioni ed il pensiero della popolazione, quella senza posizioni di parte, risultano assenti. Molle tarentum? Forse, ma è doveroso intervenire almeno per dire ciò che […]