x

x

Massima attenzione, da oggi viale Magna Grecia a 30 all’ora

Da oggi, mercoledì 16 e sino al 22 settembre, il limite di velocità su viale Magna Grecia sarà di 30 km all’ora. La disposizione, assolutamente categorica, è contenuta in una ordinanza firmata dal comandante della Polizia Locale, Michele Matichecchia, nell’ambito della Settimana Europea per la Mobilità Sostenibile.

“Chi supera questo limite” spiega a Taranto Buonasera lo stesso Matichecchia “potrà essere multato, certo. Stiamo valutando se installare degli autovelox o aumentare la presenza di nostre pattuglie, che potranno anche disciplinare il traffico in caso di eventuali incolonnamenti. L’obiettivo? Quello di rendere meno frenetica la vita degli automobilisti”. Contro il logorio della vita moderna, citando una vecchia pubblicità.

Ma se per il comandante Matichecchia “non si prevedono criticità particolari, e per questo non sono previsti percorsi alternativi”, chi percorre quotidianamente la principale arteria stradale della città avrà un brivido a leggere il limite ridotto a 30 km/h.

Non c’è bisogno di essere fanatici dei motori o della guida ‘sportiva’ (o pericolosa) per immaginare lo scenario non esattamente idilliaco che potrebbe presentarsi da domani. Per tutta una serie di ragioni. Un cambiamento così importante, anche se temporaneo, non è stato infatti preceduto da una adeguata campagna di comunicazione.

L’annuncio campeggiava ad intermittenza stamattina sui tabelloni luminosi presenti in città: un po’ poco, francamente.

Non è un azzardo dire che la stragrande maggioranza degli automobilisti domani sarà impreparata e si esporrà al rischio multa. Ed i malpensanti avranno gioco facile nel dire che un’iniziativa lodevole nelle intenzioni si declina nell’ennesimo modo per fare cassa da parte del Comune.

Non è però soltanto una questione di comunicazione.

La note criticità che caratterizzano l’Amat, e la mancanza di piste ciclabili davvero funzionali rendono ancora i tarantini schiavi dell’auto privata, e se un asse viario fondamentale come viale Magna Grecia diventa a ‘scorrimento lento’ e da evitare si finisce per ingolfare le altre strade, contravvenendo nei fatti ai principi della mobilità sostenibile. Lo slogan che quest’anno è stato scelto per la Settimana è “Scegli. Cambia. Combina”, perché “per arrivare ad una mobilità sostenibile bisogna ripensare completamente i propri stili di vita, cercando di risolvere i problemi e gli ostacoli offerti dalla viabilità, dall’offerta del trasporto pubblico o dalle nostre esigenze, facendo riferimento alla flessibilità e all’utilizzo di più tipi di mezzi, ad esempio bici e treno, o auto e autobus”.

Ecco, a Taranto di strada ce n’è da fare parecchia.