x

x

Alcune famiglie tarantine ricevute da Sergio Mattarella

«Uno Stato civile non può e non deve tollerare un quadro del genere».

Le famiglie dei tarantini morti sul lavoro a confronto con presidente Mattarella. La famiglia Marotta ed il presidente del Comitato 12 Giugno, Cosimo Semeraro, ieri e oggi sono a Roma per una audizione al Senato, alla Camera dei Deputati ed infine al Quirinale.

A Roma ci sono Angela Marotta e Assunta Terruli, rispettivamente figlia e moglie di Angelo Marotta, e Vita Tinella, madre di Paolo Franco, 24enne morto schiacciato da una gru il 12 Giugno del 2003 e per la cui morte il padre Angelo Franco fondò il Comitato 12 Giugno. Inoltre, sono presenti Franco Germano, Console regionale dei Maestri del Lavoro, e Giancarlo Girardi, Presidente di Libera Taranto.

Cosimo Semeraro era presente il 31 ottobre 2015 a Martina Franca alla cerimonia di consegna del premio “Angelo Marotta” edizione 2015, istituito quest’anno per la prima volta dall’Associazione Sine Cura Lab e alla scopertura della targa in onore di Angelo Marotta a dieci anni dalla sua morte, iniziativa fortemente sostenuta dal Partito Comunista d’Italia che da anni si batte per l’intitolazione della strada. In giornata incontrerà la Commissione Ministeriale per la Salute e Sicurezza sul lavoro. Alla presenza del presidente del Senato Pietro Grasso, del ministro della Giustizia Andrea Orlando, del presidente Nazionale dell’Inail Massimo De Felice, del presidente nazionale dell’Inps Tito Boeri e del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti, Cosimo Semeraro, che da anni lotta e convive con l’asbestosi da amianto, vedendo colleghi e amici morire per il mesotelioma, proporrà: che i processi per le morti sul lavoro inizino e si concludano nel minor tempo possibile e che venga abolita la prescrizione per questi reati; che venga garantito lavoro e sostentamento ai familiari delle vittime sul lavoro; che già a partire dalla sentenza di primo grado vengano erogati i “quattro quinti” del risarcimento previsto; che venga istituito un fondo per le vittime del lavoro, dal momento che sempre più spesso i datori di lavoro, in seguito alla morte del lavoratore, intestano i propri beni ad altre persone, risultando così nullatenenti e lasciando i familiari del lavoratore morto a mani vuote. Sempre oggi si tiene un incontro alla Camera dei Deputati alla presenza del presidente Laura Boldrini e diversi magistrati, tra cui Raffaele Guariniello, Procuratore Generale di Torino, la cui attività è principalmente rivolta ai settori del lavoro, della salute e dell’ambiente e comparso sui giornali per inchieste eclatanti, tra le quali ThyssenKrupp ed Eternit.

Infine questa mattina sarà la volta del Quirinale per l’incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.