x

x

Asl e Arpa: nessun allarme per l’inquinamento. Tutti contro il Tg1

Nessun allarme Pm10 a Taranto.

E’ il coro unanime del mondo scientifico che si è ritrovato questa mattina a Palazzo di Città per un incontro tecnico sulle tematiche di natura ambientale. Un summit che si è trasformato in una conferenza stampa utile a raddrizzare il tiro sulla questione riguardante i livelli di Pm10 nell’aria tarantina.

All’incontro hanno partecipato, oltre al sindaco Ip-pazio Stefàno, il direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato; il direttore del dipartimento di prevenzione dell’Asl di Taranto, Michele Conversano; il dg dell’Asl di Taranto, Stefano Rossi; il direttore del Cnr di Taranto, Nicola Cardel-lic-chio; il responsabile del registro tumori dell’Asl di Taranto, Sante Minerba.

Nei giorni scorsi, a far discutere era stato un servizio mandato in onda dal Tg1. Un servizio contestato anche dal Comune di Taranto: «I valori degli inquinanti, in questo periodo, come accertati dall’Arpa, e divulgati da Legambiente – ha precisato in una nota il sindaco – sono al di sotto della soglia di allerta e, quindi, il decalogo dei suggerimenti alla cittadinanza elaborato da Arpa Puglia e dal Dipartimento di Prevenzione della Asl di Taranto, da osservare in caso di superamento dei limiti, non andava applicato essendo di tipo precauzionale. Quindi va smentito questo clima di allarmismo lanciato dal servizio televisivo, chiarendo a caratteri cubitali che questo codice di comportamento rivolto ai cittadini, affetti da particolari patologie, contiene  misure cautelative in occasione di possibili criticità dello stato di qualità dell’aria a Taranto».

Un concetto che oggi è stato rafforzato dalle dichiarazioni rilasciate dai vertici del mondo scientifico locale e regionale.

«Il servizio mandato in onda dal Tg1 ha dell’incredibile – ha dichiarato a Taranto Buona-sera il dg dell’Arpa, Giorgio Assennato. Quanto detto è totalmente falso. Addirittura si diceva che al quartiere Tamburi si muore quattro volte in più rispetto ad altre parti della città: ma scherziamo? Non esiste una verità mediatica ed una verità scientifica, la verità è una sola. Oggi abbiamo voluto chiarire che non esiste alcun allarme riguardo al Pm10 e che nelle due settimane di catastrofe, profetizzate da Alessandro Marescotti, i livelli di Pm10 sui Tamburi e sulla città non sono stati elevati. Invece nelle grandi città d’Italia ed in altre parti della Puglia si sono registrati superamenti della soglia di guardia. Quindi, nessun superamento in occasione dei “wind days”, mentre in passato, a parità di eventi climatici, si registravano consistenti superamenti dei livelli di inquinamento da Pm10. La situazione è tranquilla – ha concluso Giorgio Assennato. Quelli diffusi dall’Asl sono soltanto suggerimenti e precauzioni da seguire in caso di superamento dei livelli di allerta».