x

x

«Spiagge senza relitti», rimosse 12 barche abbandonate e rifiuti ingombranti a lido Chiapparo

Gli interventi congiunti di Kyma Ambiente, Polizia Locale e direzione Ambiente
«Spiagge senza relitti», rimosse 12 barche abbandonate e rifiuti ingombranti a lido Chiapparo
Continuano gli interventi congiunti di Kyma Ambiente, Polizia Locale e direzione Ambiente per garantire legalità e decoro sulle spiagge tarantine. Su impulso del sindaco Rinaldo Melucci, dopo i massicci interventi effettuati in Città Vecchia e a Marina di Taranto, gli operatori sono intervenuti a lido Chiapparo, in zona San Vito.
Sono state rimosse 12 barche abbandonate da tempo sul litorale, un vero e proprio ricettacolo di insetti e cattivi odori. Ingombranti di questo tipo rappresentano un pericolo per i bagnanti, perché lasciati a due passi dalla riva.
Trovati sulla spiaggia, e smaltiti, anche altri rifiuti come sedie e tavoli di plastica, più materiale di vario genere. Inoltre è stata prelevata un’imbarcazione e alcuni metri di vecchie cime completamente sotterrate. È stato necessario l’intervento di due «ragni» e di una pala meccanica di Kyma Ambiente. Gli operatori hanno provveduto alla pulizia manuale del tratto interessato. A presidiare la zona gli agenti della Polizia Locale per garantire sicurezza ai bagnanti. L’intervento è iniziato all’alba ed è proseguito per buona parte della mattinata e le operazioni si sono svolte con la massima cura e tutelando il luogo e i suoi frequentanti.
«Questi interventi – ha commentato il sindaco Rinaldo Melucci – sono la traduzione pratica delle indicazioni che abbiamo recentemente fornito a tutti gli attori del tavolo per il decoro. Abbiamo la necessità di imprimere un segnale deciso rispetto alle istanze dei cittadini, che ci richiedono una presenza più capillare e attenzione per i luoghi di pubblica fruizione. Grazie a un impegno congiunto, stiamo ottenendo i primi, significativi risultati».
A lido Chiapparo c’erano il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli e il suo vice Edmondo Ruggiero. «È necessario dare un segnale chiaro e netto di legalità – le parole del presidente – per i cittadini e per i turisti. Questi sono interventi programmati da tempo e che ora possiamo mettere in campo grazie all‘impulso offerto dall’amministrazione Melucci. Un plauso va ai nostri operatori e al loro impegno. In sinergia con la direzione Ambiente e la Polizia Locale abbiamo dato maggior decoro a uno degli scenari più suggestivi e affascinanti della nostra città».
Presenti anche gli assessori comunali Cosimo Ciraci (Polizia Locale) e Laura Di Santo (Ambiente e Qualità della Vita).
«Un nuovo intervento all’insegna della collaborazione – ha dichiarato Ciraci – tra chi è chiamato a tutelare igiene e sicurezza della nostra Taranto. Seguendo le linee tracciate dal sindaco Melucci, queste operazioni hanno come obiettivo rendere più attrattive queste zone della nostra città, ma soprattutto garantire sicurezza e promuovere il rispetto delle leggi».
«Continuano le operazioni di rimozione di rifiuti e di barche abbandonate – ha concluso Di Santo – con lo scopo di ridare decoro a questo tratto di litorale e renderlo fruibile ai tanti cittadini che lo frequentano. In base alle indicazioni del sindaco Rinaldo Melucci, infatti, c’è una particolare attenzione alle spiagge bagnate dal nostro meraviglioso mare, una risorsa che va tutelata e salvaguardata».