x

x

Colletta alimentare: 1.500 chili di cibo per le famiglie bisognose

Quando scuola e mondo dell’associazionismo si uniscono, il risultato è garantito.

Nei giorni scorsi, l’associazione di promozione sociale Bethel e il Liceo delle Scienze Umane Vittorino da Feltre hanno partecipato alla giornata della colletta alimentare che ha coinvolto 5 supermercati del territorio. A vestire i panni dei volontari per un giorno le studentesse del Vittorino e gli iscritti dell’associazione Bethel che, da alcuni anni, operano sul territorio in sinergia con Il Comune di Taranto, direzione Servizi Sociali. A curare le intese con l’associazione, la docente del Liceo dottoressa Irene Peretto, la quale, grazie alla sua sensibilità e fattiva collaborazione ha incentivato i propri allievi a supportare l’egregia iniziativa. «Della povertà non si parla, si agisce: è il principio su cui si fonda la nostra associazione». Queste le parole di Maria Nisi, delegato territoriale dell’associazione Bethel.

«Siamo presenti nel tessuto nazionale con 40 filiali e ci impegniamo volontariamente a sostenere gratuitamente le famiglie che versano in situazioni di disagio. Solo nella nostra città sosteniamo circa 200 nuclei familiari. A contribuire alle operazioni di raccolta, l’assessore alle Politiche sociali Gionatan Scasciamacchia: «Mi sono occupato in parte dello scarico del materiale, il merito va ai volontari, tra cui le giovani ragazze del Liceo. Un ringraziamento particolare va alle migliaia di sostenitori che donano gli alimenti che verranno in seguito donati alle famiglie indigenti. L’Associazione Bethel contribuisce fattivamente, unitamente all’Amministrazione comunale, a sopperire alle esigenze dei nuclei familiari in termini di fornitura di beni di prima necessità.

La colletta, grazie al contributo di centinaia di cittadini, ha raccolto 1500 chili di generi alimentari a lunga conservazione, che verranno, consegnati alle famiglie tarantine che versano in stato di bisogno.