Ausiliari della sosta, scatta lo sciopero

«Sono nove anni che attendiamo la trasformazione del nostro contratto da part-time a full-time. E’ il momento di dire basta».

E’ solo una delle criticità messe in evidenza da Michela Petrialia, componente della segreteria aziendale della Faisa Cisal. L’incontro di ieri tra parti sociali e vertici Amat non ha sortito gli effetti sperati. Ragion per cui la Faisa Cisal ha annunciato lo sciopero. Oggi, venerdì 28 ottobre, infatti, ausiliari del traffico e custodi in servizio nelle aree parcheggio delimitate da strisce blu, si asterranno dal lavoro per l’intera giornata. Circa trenta gli iscritti alla Faisa Cisal ai quali potrebbero aggiungersi anche i lavoratori aderenti ad altre sigle sindacali.

Una circostanza che, almeno per oggi, potrebbe causare la paralisi parziale del servizio effettuato nelle aree della città dove il parcheggio è a pagamento. «L’azienda, in più circostanze, ci ha detto che ci sono i presupposti per il passaggio a full-time di tutti i lavoratori (in totale sono 55, ndr). Durante l’incontro di ieri – spiegano dalla Faisa Cisal – non sono arrivate, da parte dell’Amat, risposte che lasciano intravedere delle soluzioni a breve termine. Ecco perchè abbiamo deciso di confermare lo sciopero di tutto il settore appartenente alla sosta tariffata, per l’intera giornata lavorativa di oggi.

A questo punto, però, chiediamo un incontro urgente con il sindaco Stefàno. Il Comune, in qualità di socio unico dell’Amat, deve darci le risposte che cerchiamo da quasi dieci anni». La richiesta della Faisa Cisal è quella di passare dalle attuali 33 ore alle 39 ore settimanali previsti dal contratto full time. Tra le altre richieste portate all’attenzione dell’Amat anche quella riguardante le “coppie” di ausiliari che «devono restare fisse – afferma Michela Petralia. Non possono ruotare perchè verrebbe meno il rapporto di fiducia che intercorre tra i lavoratori».

Porto e aeroporto di Taranto, «La logistica farà crescere la Puglia»

«La Puglia può crescere e favorire lo sviluppo socio economico dei pugliesi se gioca, come sta già facendo, due importanti partite: quella della green economy e quella della blue economy, strettamente legata al settore strategico della logistica». Lo ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo Alessandro Delli Noci. «La Puglia – ha aggiunto – conta 4 grandi […]

Coronavirus, in Puglia 2.407 contagi e 14 decessi. Ma i reparti si svuotano

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 17.522 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.407 casi positivi, così suddivisi: 830 in provincia di Bari, 169 nella provincia BAT, 189 in provincia di Brindisi, 311 in provincia di Foggia, 482 in provincia di Lecce, 394 in provincia di Taranto, 22 […]

Donna muore dopo tre interventi, dalla Asl Taranto risarcimento da oltre un milione

Dopo due gradi di giudizio, la famiglia di una donna di 77 anni, deceduta all’ospedale SS Annunziata ha ottenuto un risarcimento danni di un milione e 250mila euro. I familiari della vittima sono stati assistiti da Giesse Risarcimento Danni, che li ha accompagnati, con il contributo dei suoi legali fiduciari, lungo tutto il complesso iter […]

Accelerata all’innovazione dei servizi al cittadino

A distanza di due settimane dalla richiesta della Cisl Fp al Comune di Taranto, di valutare lo stato di digitalizzazione dei servizi offerti dall’Ente e di avviare il processo di transizione digitale con i fondi del Pnrr, sviluppato in totale coerenza con il NextGenerationEU, il segretario aziendale della Cisl Fp Fabio Ligonzo, apprende «con favore […]