x

x

Nasconde in casa un fucile a canne mozze

Nascondeva un fucile a canne mozze in un’abitazione della litoranea.

Ora è agli arresti domiciliari, G.M., pulsanese di trentacinque anni. Nel corso di una operazione finalizzata alla prevenzione e alla repressione dei reati legati al possesso di armi i carabinieri hanno rinvenuto il fucile nascosto in un’abitazione della litoranea di Pulsano, piazza particolarmente calda negli ultimi mesi. Sotto sequestro di un fucile semiautomatico calibro 12, con matricola limata e 21 cartucce dello stesso calibro.

Arma e munizioni erano state nascoste sotto un armadio della camera da letto. L’uomo, durante il successivo interrogatorio nella locale caserma dei carabinieri, avvenuta alla presenza del suo difensore, l’avvocato Giuseppe Carella ha ammesso le sue responsabilità. Poi su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato condotto nella sua abitazione dove dovrà rimanere ai “domiciliari”.

Il fucile sarà inviato al Reparto investigazioni scientifiche di Roma per essere sottoposto a perizia balistica. Gli specialisti del Ris accertare se sia stato utilizzato in episodi criminosi avvenuti negli ultimi tempi a Pulsano e dintorni. L’arresto nell’ambito dei controlli anticrimine eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Manduria che ha visto impiegato un cospicuo numero di pattuglie. Durante i servizi si è registrato anche il supporto fornito da un elicottero del 6° Nucleo di Bari-Palese. I controlli sono stati improntati alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, dello spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, al contrasto degli illeciti in materia di armi, ma ha avuto anche la finalità di garantire, con una accurata vigilanza stradale, il rispetto delle norme del codice della strada, sanzionando gli automobilisti che si mettono alla guida sotto l’effetto di alcol o di droga.

L’impiego dell’elicottero, inoltre, ha consentito di esercitare un’attività di vigilanza e prevenzione anche nelle aree rurali dei centri di Maruggio, Torricella, Lizzano, Fragagnano e San Marzano di San Giuseppe, per contrastare reati come i furti e i danneggiamenti nel settore agricolo.