x

x

Inciviltà e degrado al Parco. Tra panchine rotte e rifiuti. Le foto

«Ingresso spazioso, angolo bar con frigo congelatore, zone verdi ben delimitate, panchine dal design che guarda al futuro ma soprattutto pulizia, tanta pulizia». Il meet up Taranto Pentastellata si affida a Giovanni Piscopiello (personaggio di pura fantasia) per inviare una lettera al sindaco Stefàno.

Nella missiva viene messa in evidenza (con una grossa dose di ironia) la situazione di di incuria e degrado del Parco del Mirto di Paolo VI. «Io e la mia famiglia conduciamo una vita molto modesta, ci priviamo di molte cose, ma ad una non sappiamo dire di no: la scampagnata di Ferragosto. Scartato il mare, per la gran confusione che c’è in quel giorno, ho pensato di portare la mia famiglia al “Parco del Mirto”, visto che ci sono delle zone attrezzate per il pic-nic, e anche tante comode panchine dove sedersi e godere del venticello che spira dalle colline di Martina.

Per meglio organizzare la scampagnata, visto che non conosco il “Parco del Mirto” ho fatto un giro di ricognizione, credo che la scelta del luogo sia stata veramente la migliore, ho trovato tutte le comodità che cercavo».

Dalle foto, scattate dal meetup Taranto Pentastellata, si evince una situazione a dir poco incresciosa con panchine spaccate, rifiuti e persino un congelatore abbandonato tra gli alberi. Una situazione senza dubbio addebitabile alla inciviltà di una parte dei frequentatori del Parco di Paolo VI.