x

x

C’è il referendum, cinque giorni di divieto di sosta

Mentre in città si accende il dibattito tra favorevoli e contrari alla riforma costituzionale, c’è chi, con l’approssimarsi dell’appuntamento elettorale, dovrà trovarsi un altro… posto.

In via Plinio, infatti, sarà attivo l’ufficio comunale che si occuperà della diffusione del materiale occorrente per l’allestimento dei seggi elettorali per il referendum di domenica 4 dicembre. Ragion per cui dalla Polizia locale, con apposita ordinanza, hanno interdetto alla sosta il perimetro della struttura.

«I paletti – spiega un residente della zona – sono stati sistemati già da qualche giorno e riportano il segnale di divieto di sosta con un cartello integrativo che indica la rimozione coatta dei veicoli dall’1 dicembre al 5 dicembre. Le restrizioni sono state previste sia per il lato destro che per il lato sinistro della carreggiata. Si tratta di una zona molto “trafficata”, soprattutto la mattina quando sono aperti gli uffici».

I cinque giorni di divieto di sosta, nella zona che cinge la struttura di via Plinio, causeranno non pochi disagi a chi, come il nostro lettore ha «un genitore con una invalidità dell’80%. Come faccio durante questi giorni se non posso parcheggiare sotto casa? Già normalmente, in assenza di divieti di sosta, le autovetture private dei dipendenti comunali non sono mai parcheggiate in maniera corretta. Circostanza che rende praticamente impossibile la vita a chi, come me, ha un genitore invalido». Eppure la soluzione sarebbe a portata di mano.

«Lo stabile di via Plinio, che nei prossimi giorni diventerà il punto nevralgico per lo smistamento di materiale elettorale, dispone di un ampio parcheggio sotterraneo di pari superficie, che però è pieno di mobili rotti, sedie e altro materiale che da tempo risulta essere completamente abbandonato (nella foto in basso). Per noi che abitiamo in questa zona, sembra quasi di avere una discarica davanti casa. Il materiale abbandonato, infatti, è causa di spiacevoli odori soprattutto nei periodi umidi e piovosi, ma anche caldi e secchi. C’è anche un altro stabile abbandonato, in via Salinella angolo via Plinio, (designato precedentemente come sede degli uffici comunali). Anche questa struttura è dotata di un parcheggio sotterraneo che però resta inutilizzato».