x

x

«Università al fianco del territorio»

Il prof. Paolo Pardolesi è il nuovo direttore del Dipartimento Jonico per il quadriennio 2022-2026
Il prof. Paolo Pardolesi

Mercoledì 21 settembre, il Consiglio del Dipartimento Jonico in “Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture” dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, ha eletto il nuovo Direttore di Dipartimento, il Prof. Paolo Pardolesi, Ordinario di Diritto Privato Comparato e Coordinatore del Dottorato in “Diritti, Economie e Culture del Mediterraneo”.

Autore di numerose monografie, saggi, articoli e curatele in tema di contratti, responsabilità civile e analisi economica del diritto, il Prof. Pardolesi è direttore della collana “Simposia” EDJSGE e fa parte del comitato scientifico di numerose collane e riviste giuridiche. Nelle sue linee programmatiche il Prof. Pardolesi – rimarcando come, per un verso, il Dipartimento Jonico rappresenti la reale essenza universitaria nella città di Taranto e, per l’altro, il territorio jonico, il comune e la sua provincia attendano un forte contributo in termini scientifici, formativi e culturali – pone l’accento sull’opportunità che l’azione ‘futura’ sia volta a rafforzarne ulteriormente il ruolo centrale di interlocutore privilegiato con la città e la provincia di Taranto e i reali bisogni di queste entità: “ambiente, lavoro, povertà sociale ed educative sono solo alcuni dei profili problematici che attanagliano il meraviglioso territorio jonico e che necessitano di un dialogo continuativo/ costruttivo con le istituzioni locali (comune, provincia, regione) finalizzato a costruire dei percorsi di resilienza ambientale/sociale/ culturale/economica in grado di valorizzare quanto di unico anima la realtà jonica”.

In questa ottica, il Prof. Pardolesi evidenzia l’opportunità che il Dipartimento Jonico intervenga con vigore rafforzando, sviluppando ed implementando gli strumenti in grado di generare ‘impatti’ economici, sociali e culturali sul territorio, quali Conto Terzi, Spin Off, Contamination Lab (finalizzati a promuovere e diffondere la cultura dell’imprenditorialità, della sostenibilità e dell’innovazione), Hackathon (volti a valorizzare la collaborazione intensiva su progetti comuni), Public Engagement (concernenti attività dirette a condividere formazione e ricerca accademica con il territorio stabilendo/rafforzando relazioni di ascolto e collaborazione con la società civile) e Ufficio Placement (volto ad offrire a studenti, laureandi e laureati un valido sostegno per facilitare la transizione dagli studi universitari al mondo del lavoro). Infine, il Prof. Pardolesi osserva la necessità che il Dipartimento Jonico sia in grado di porsi come provvido ‘raccordo’ con le istituzione accademiche/formative presenti sul territorio jonico (riferendosi, tra gli altri, al Polo Scientifico Tecnologico Ambientale, al nascente Dipartimento di Medicina, al Politecnico, al Distretto aerospaziale di Grottaglie, alla Marina Militare e al Museo Archeologico Nazionale di Taranto): “saper fare networking di ricerca (creando una virtuosa rete di relazioni tra i più importanti enti operanti sul territorio) sarà un passaggio fondamentale per poter raccogliere e vincere le molteplici sfide/opportunità provenienti dal PNRR, dal Just Transition Found, dai Giochi del Mediterraneo del 2026 e dall’Istituto di Ricerche Tecnopolo Mediterraneo per lo Sviluppo Sostenibile”.

Il Prof. Pardolesi subentra al Prof. Riccardo Pagano, il quale, nel corso del suo mandato, nonostante le difficoltà insorte a causa della pandemia, ha rafforzato l’attività di ricerca, didattica e terza missione del Dipartimento jonico consentendo allo stesso di diventare un punto di riferimento di alta qualità sia per l’intero Ateneo barese sia per il territorio jonico. I risultati della ricerca, con le notevoli pubblicazioni e il successo nei bandi competitivi, le valutazioni molto positive degli studenti per la didattica erogata nei corsi di studio, le molteplici iniziative con gli stakeholder del mondo produttivo e istituzionale sono la testimonianza di un Dipartimento vivace e attento che il Prof. Pagano, con la sua azione quotidiana di impegno costante, ha guidatocon mano sicura, efficace, propositiva e tesa al raggiungimento di risultati sempre di alto valore scientifico, con ricadute sociali degne di attenzione.